Vuole riprende il filo da dove ha lasciato. Senza rimorsi o dimostrare di essersi fatta una nuova verginità politica. Lorenzo Italiano presenta ufficialmente la sua candidatura in un comitato pieno di giovani che si stanno avvicinando per la prima volta alla politica. Accanto a lui, però, siedono due veterani: Franco Cusumano, già capogruppo dell’Udc, partito che ha abbandonato recentemente, e l’ex presidente del consiglio Saro Pergolizzi. «Nei miei cinque anni di amministrazione Milazzo è rinata: opere pubbliche nuove, manifestazioni in piazza con beneficio dei commercianti, si respirava un ottimismo che poi è scomparso con l’arrivo dell’attuale amministrazione. Cusumano e Pergolizzi facevano parte di quella squadra e sono rimasti accanto a me. Li ho voluti alla presentazione perché stanno realizzando liste a supporto del progetto che mi vede portavoce come candidato a sindaco». Italiano parla anche del dissesto. Molti lo vedono come principale responsabile del crack comunale. «Il dissesto è frutto di una scelta politica scellerata – replica – non c’è stato un funzionario che ha firmato e avallato la documentazione. Le somme che ho impegnato erano collegate a poste di bilancio ben precise. I bilanci venivano inviati agli organi di controllo come la Corte dei Conti che non ha mai preso alcun provvedimento. Sono disponibile ad un confronto in qualsiasi momento. Ancora oggi, a distanza di cinque anni, nessuno mi ha formalmente addebitato nulla». Possiamo parlare di un Italiano 2.0. Con una forte predisposizione al contatto con gli elettori tramite web. La conferenza di stamani è stata “trasmessa” in diretta su twitter, sempre tramite i social si stanno raccogliendo proposte da inserire nel programma elettorale della coalizione. «Raccogliamo proposte dal web perché la nostra è una programmazione aperta alla comunità» ha detto Italiano nella sede di via XX Settembre. «Dai social e dal web è iniziata una catena umana fatta di proposte, idee, iniziative, che stiamo integrando nella nostra programmazione. Abbiamo già individuato quattro grandi tematiche: l’ambiente, con la proposta per la raccolta differenziata lanciata nei quartieri, il turismo, vero punto di rilancio della nostra economia, la tassazione e il sociale». Tra le proposte discusse quella della costruzione del porto turistico da 1.200 posti barca che, secondo i dati presentati da Italiano “potrebbe creare 3 posti di lavoro per ogni singola imbarcazione». E poi l’area tematica della tassazione, «bisogna abbassare le tasse ai limiti di legge per permettere ai cittadini e ai commercianti di tornare a respirare». Italiano ha poi spiegato l’agenda dei suoi prossimi eventi che coinvolgeranno dapprima la periferia e la rete web. La prima tappa del tour elettorale sarà oggi pomeriggio alle 18.30 presso il salone parrocchiale di San Pietro.

Condividi questo articolo
881 visite

24
Rispondi

avatar
400
19 Comment threads
5 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
20 Comment authors
francoGiuliafrancoilenzocarlà Recent comment authors
più recente meno recente più votato
Giulia
Ospite
Giulia

Milazzesi che dimenticano tutto….. Milazzesi che non ricordano che Lorenzo Italiano è stato l’unico sindaco che ha consegnato diverse opere alla città. Piazza Roma chi la consegnata ? Via Giacomo Medici ( tanto criticata, ora la domenica mattina troviamo tante famiglie che passeggiano) Chi la consegnata? Possiamo continuare ……. ma finitela … meritate solo persone che preferiscono la distruzione alla costruzione come il sindaco in carica. Cari signori di Milazzo ricordate ….. ricordate ….. e pensate bene prima di votare qualcuno che promette!!…. io voto la persona che secondo me ha dato qualcosa alla nostra Milazzo……… no persone che promettono… Leggi tutto »

franco
Ospite
franco

Ricordati anche del litorale di ponente e quello che e’ successo, dimenticavo ricordati anche del castello e di quello che hanno fatto amministratori e tecnici

Yanez de Gomeira
Ospite
Yanez de Gomeira

RISPOSTA A GIULIA:
ANCHE IO SE FOSSI SINDACO RIFAREI MILAZZO NUOVA, TANTO POI I DEBITI QUALCUNO LI PAGHERA’ (NOI CITTADINI) FINO ALLA TERZA GENERAZIONE!
ANCORA ORA NE STIAMO PAGANDO 32 MILIONI DI EURO LASCIATI PROPRIO DA LUI!! (CAPISTI !!!!)

francoil
Ospite
francoil

Italiano, il peggiore sindaco della storia che la città’ di Milazzo ricordi.vergogna

enzo
Ospite
enzo

sempre le stesse facce, ma si ricordano del passato ??
certo che ce ne vuole di coraggio !!!!
e un pò di dignità ??? no , vero ??? nemmeno quella !!!
oramai non è che abbiamo toccato il fondo…… lo stiamo scavando proprio…
e dico sempre …… povera milazzo e poveri milazzesi !!!

carlà
Ospite
carlà

tre posti di lavoro per ogni imbarcazione??? uno a poppa, uno a prua e l’altro???

Robespierre76
Ospite

Zombi…solo Zombi ……che hanno massacrato Milazzo e devono ringraziare Dio che siamo in un paese democratico altrimenti sarebbero finiti sotto la ghigliottina! Milazzesi sveglia che ci siamo fatti culonizzare da messinesi e barcellonesi …….

Zombie
Ospite
Zombie

Hei per caso parlavi di me?
hahahahahahahaha