Una delegazione di studenti della classe IV B Chimica del Majorana di Milazzo ha partecipato al “Centro culturale Altinate San Gaetano” alla cerimonia conclusiva del Premio Letterario Galileo 2014 . La manifestazione, cui il Majorana di Milazzo ha aderito, in qualità di unica scuola della provincia di Messina, promossa dal comune di Padova, con lo scopo di divulgare la scienza nelle scuole, ha visto studenti di tutta Italia confrontarsi nella lettura di cinque saggi di carattere divulgativo e scientifico, precedentemente scelti da esperti, e che gli allievi hanno poi valutato recensito e votato. Giunto quest’anno alla sua VIII edizione, il Premio Galileo rappresenta uno dei momenti più significativi nel panorama culturale italiano in quanto occasione di incontro tra studenti di tutta Italia i quali si confrontano sui temi della Scienza.

Tecnico Industriale Majorana di MIlazzo

“I testi presi in esame dagli allievi ( Marco Ciardi, Terra. Storia di un’idea, Laterza 2013. ” Adriano Zecchina, Alchimie nell’arte. La chimica e l’evoluzione della pittura, Zanichelli 2012. Frans de Waal, Il bonobo e l’ateo. In cerca di umanità fra i primati, Raffaello Cortina 2013. Vincenzo Barone, L’ordine del mondo. Le simmetrie in fisica da Aristotele a Higgs, Bollati Boringhieri, 2013. Nicola Nosengo, I robot ci guardano. Aerei senza pilota, chirurghi a distanza e automi solidali, Zanichelli, 2013. ) sono risultati interessanti e motivanti –  afferma la professoressa Scaffidi che ha curato la preparazione degli allievi e con loro ha partecipato a Padova alla premiazione». “Il bonobo e l’ateo. In cerca di umanità fra i primati”, di Frans de Waal, è quello che ha ottenuto il primo posto. A conclusione della manifestazione la premiazione degli allievi che hanno partecipato al concorso “Recensire la scienza” in Facebook promosso dall’Assessorato alla Cultura con l’obiettivo di sensibilizzare gli studenti universitari in primo luogo e in generale quanti hanno interesse per le tematiche del Premio Galileo utilizzando la forma di comunicazione del social network “Facebook”, molto vicina ai giovani. Particolare l’ orgoglio del Majorana che ha visto sei dei suoi allievi tra i 10 classificati e premiati. Un altro successo, sottolinea il preside, prof. Stello Vadalà, quello di una scuola che punta in alto e registra con questa un’altra tappa importante verso una crescita culturale degli allievi a tutto tondo.

Condividi questo articolo
592 visite