La giunta comunale affida la “caccia all’evasore” ad una ditta esterna e i sindacati vanno su tutte le furie. La giunta comunale di Milazzo ha adottato la delibera n. 66 del 16/07/2013 per affidare in concessione esterna “il servizio di riscossione volontaria, il recupero dell’elusione/evasione, la riscossione stragiudiziale e coattiva di tutte le entrate tributaria ed extra tributarie comunali”. In attesa di chiarimenti da parte dell’assessore alle Finanze Pippo Midili, la Cisl Funzione Pubblica di Messina interviene sottolineando che trattandosi di concessione la competenza non è dell’esecutivo ma del Consiglio Comunale e quindi del Commissario Straordinario. Il sindacato è anche preoccupato per la mancata  valorizzazione delle professionalità interne.

“Una scelta inopportuna e inaccettabile – commenta il segretario generale Calogero Emanuele – in quanto l’Amministrazione  di fatto procede a una esternalizzazione di servizio senza rispettare l’iter procedurale previsto dalla legge e senza aprire il confronto con le Organizzazioni sindacali di comparto considerato che tale scelta incide anche sugli assetti organizzativi e sull’utilizzo delle risorse umane dell’Ente”. Ma Emanuele rincara anche la dosa: “Inaccettabile e ingiustificata – continua – perché l’Ente è dotata di appositi uffici e di software gestionale, oltre ad avere personale interno professionalmente idoneo anche nell’ambito del personale precario, per poter essere utilizzato al meglio e nel contempo realizzare risparmi che certamente non possono concretizzarsi con l’affidamento a ditte esterne. E’ evidente, poi, che l’eventuale affidamento all’esterno genererebbe esubero di personale che, trattandosi anche di Ente in dissesto finanziario dichiarato, obbligherebbe alla messa in mobilità di unità di personale”. La Cisl Fp diffida l’Amministrazione Pino «affinché proceda alla revoca dell’atto e gli organi preposti devono astenersi dall’adottare atti consequenziali anche per non incorrere in responsabilità amministrativo-contabile e danno erariale». Il sindacato ritiene opportuno anche l’intervento del Commissario sostitutivo del Consiglio Comunale, per rimuovere le incompetenze perpetrata dalla Giunta Municipale.

 

Condividi questo articolo