A distanza di quasi due anni dall’evento calamitoso del 22 novembre 2011, con la esondazione delle acque del torrente, che hanno invaso le campagne e le abitazioni, causando danni notevoli, nulla è stato fatto per mettere in sicurezza l’alveo del torrente Mela. A lanciare il grido di allarme il Comitato degli abitanti di Bastione che ha scritto al commissario dell’Esa (Ente sviluppo agricolo, Francesco calanna, chiedendo un intervento.

Pioggia a Bastione

«Il corso d’acqua a monte dell’abitato presenta criticità allarmanti – si lege nella nota a firma del portavoce Stefano Maio –  il greto è invaso da vegetazione arborea spontanea ma anche, da rifiuti e materiale di risulta di ogni genere, visto che i varchi da dove entrano per scaricare sono aperti. In questo quadro, considerato che l’Ente da Lei presieduto dispone dei mezzi meccanici e del personale specializzato, le chiediamo di farsi promotore nel voler convocare un tavolo tecnico con tutti i soggetti interessati (i Sindaci di Milazzo – Barcellona P.G. – S.Lucia del Mela – S.Filppo del Mela e Merì, il Genio Civile, la Protezione Civile, etc.). Enti preposti alla tutela del territorio e alla salute dei cittadini, al fine di poter definire un accordo di programma per interventi mirati a mettere in sicurezza il torrente Mela, dando così risposte concrete agli abitanti di Bastione», conclude la lettera.

 

Condividi questo articolo