LA CURIOSITA’. La promozione e l’ospitalità di Milazzo passano attraverso il trasferimento in Piazza Caio Duilio dell’assessorato al Turismo e….la riapertura dei bagni pubblici in Marina Garibaldi. Rafforzare i servizi a favore dei turisti con una serie di iniziative finalizzate a migliorare l’accoglienza. E’ questo l’intendimento dell’Amministrazione – come si legge in un comunicato stampa – che ha deciso di potenziare i punti di informazione e assistenza ai vacanzieri. Dopo la convenzione con la Pro Loco per l’apertura – quasi certamente all’inizio di giugno – del Punto informativo a molo Marullo (ha preso il posto dell’associazione Stella Maris che assisteva i marinai) , è stato disposto il trasferimento dell’assessorato al Turismo dall’attuale sede del complesso Diana a piazza Caio Duilio, nei locali dell’ex Azienda autonoma di soggiorno e turismo.

Gli ex bagni pubblici

Si avrà così un front office a disposizione di cittadini e turisti che potranno chiedere informazioni e ritirare brochure e al tempo stesso si porterà avanti una attività sinergica con il locale servizio turistico regionale. Altro obiettivo è poi assicurare un adeguato servizio informativo alla stazione ferroviaria e nei pressi del Castello. “Assieme all’assessore Dario Russo stiamo portando avanti una pianificazione che nei fatti e non solo a parole evidenzia il ruolo turistico che questa città si prefigge di avere – spiega il sindaco Carmelo Pino – ed in tal senso è fondamentale partire dall’accoglienza. Già con l’arrivo delle navi da crociera grazie alla collaborazione della Pro Loco ma anche di associazioni e volontari abbiamo attivato una macchina che si è dimostrata efficiente. Adesso potenziamo logisticamente la presenza del nostro assessorato al turismo e al tempo stesso abbiamo creato le condizioni per cercare di mantenere a Milazzo anche le professionalità dell’ex azienda soggiorno e turismo. Con questo non voglio dire che sono state risolte tutte le criticità che comunque compatibilmente con le risorse finanziarie saranno gradualmente rimosse. Tra queste quella di riattivare dopo 15 anni i servizi igienici pubblici di via F. Crispi, indispensabili in una città turistica che vuole fare dell’ospitalità il suo punto di forza, conclude il comunicato stampa di palazzo dell’Aquila.

 

Condividi questo articolo