Che rapporti ci sono tra il Comune di Milazzo e la Ram? Esistono convenzioni che lega l’amministrazione con l’azienda petrolifera? L’industria negli ultimi anni ha finanziato in modo diretto o indiretto feste di piazza, opere pubbliche, manifestazioni culturali? E se lo ha fatto, nell’ambito di quali rapporti o protocolli? A chiederlo con una richiesta ufficiale protocollata al comune sono l’avvocato Giuseppe Foti, legale della Federazione dei verdi ecologisti di Sicilia, e Peppe Marano, vice presidente regionale del movimento ambientalista. La Federazione «desidera conoscere se esiste ed è stato sottoscritto un Protocollo d’Intesa tra il Comune di Milazzo e la Raffineria di Milazzo e il suo eventuale contenuto».

Carmelo Pino con dirigenti Ram

Nell’ambito di una maggiore trasparenza i Verdi chiedono «di venire a conoscenza di ogni altro atto o documento attestante i rapporti di cooperazione, intervento e di qualsiasi altro genere sussistenti tra il sopra citato Ente Locale e la suddetta Ram. Più esattamente, è interesse di questa Federazione, oltre che per i suoi principi statutari anche per i vincoli di trasparenza gravanti su qualunque Pubblica Amministrazione, essere al corrente ed avere nozione dei reciproci obblighi ed impegni, anche di carattere economico, che, da parte dei menzionati soggetti giuridici, sono stati assunti». In sostanza Foti e Marano fanno istanza di accesso a tutti i documenti relativi alle relazioni di qualsiasi natura tra il Comune di Milazzo e la Raffineria di Milazzo (lettere, ordinanze, delibere, determine).

Condividi questo articolo
571 visite