Il regista milazzese Salvatore Presti, ex direttore artistico del “Circuito del Mito”, la manifestazione di grandi eventi coordinata dall’assessorato regionale al Turismo, ha querelato il cantautore Franco Battiato. Presti è rimasto scosso ed amareggiato per le dichiarazioni fatte da Battiato il 7 febbraio scorso, nella qualità di assessore del Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Siciliana (oggi ex).

Salvatore presti

Durante una conferenza stampa svolta a Palazzo d’Orleans di Palermo, sede della Presidenza della Regione siciliana, anche in relazione all’iniziativa “Il Circuito del Mito” dichiarava: “Non c’è un euro, hanno rubato tutto, è chiaro? …il verbo è inequivocabile… E’ una affermazione pesante ma è vera, è vera, è vera, quando tu metti una mostra che supera un milione di euro e chi stai chiamando, non lo so io, io ho fatto una mostra personale a Los Angeles, è costata duemila euro, cioè praticamente il costo dei quadri che da qui andavano a Los Angeles, c’era la condizione che io ero lì in concerto però quando tu senti certe cifre non lo puoi accettare…”. Il riferimento era alla precedente gestione dell’assessorato, affidata al messinese Daniele Tranchida, ai suoi dirigenti ed agli organizzatori del Circuito del Mito e di alcune mostre finite anche nel mirino del governatore Crocetta. In merito a tali “infondate e gravemente offensive affermazioni di Franco Battiato”, Salvatore Presti, già direttore artistico de “Il Circuito del Mito”, assistito dal suo legale, Vincenzo Vitale del Foro di Catania, ha presentato querela per diffamazione presso la Procura della Repubblica di Palermo.

 

Condividi questo articolo
844 visite