Prima concreta iniziativa dei grillini milazzesi, che hanno deciso di puntare su recupero e rilancio dei siti culturali della città. Attivisti e simpatizzanti del Movimento 5 Stelle, ma anche cittadini intervenuti a titolo di volontariato gratuito, hanno restituito alla pubblica fruizione il sepolcro bizantino posto all’inizio della strada Panoramica, preziosa testimonianza del nostro passato che da diversi anni versava in condizioni di vergognoso degrado, tanto che i grillini hanno dovuto faticare non poco per liberare il sito archeologico da carcasse di elettrodomestici, folta vegetazione e rifiuti d’ogni genere.

Attivisti 5 stelle

Scopo dell’iniziativa – precisano gli attivisti del movimento di Grillo – è quello di contribuire al potenziamento dell’accoglienza turistica della città in vista dell’imminente stagione estiva, puntando soprattutto sull’offerta culturale e recuperando quindi quei siti ormai abbandonati al degrado: e ce ne sono tanti, dal fortino dei Castriciani agli scavi archeologici di via Ciantro, dal monumento funebre del barone Zumjungen all’imbarcazione tonnarota di piazza S. Papino. «Contiamo di proseguire nell’opera di valorizzazione del nostro patrimonio culturale, nella speranza di offrire da qui all’estate un volto dignitoso alla nostra Milazzo. Già in questi giorni, ce ne siamo resi conto lavorando proprio al sepolcro bizantino, abbiamo constatato qualche visita da parte di turisti stranieri, che certo non rimangono favorevolmente impressionati alla vista dei rifiuti e delle erbacce che avvolgono e mortificano queste interessanti testimonianze della storia cittadina». Gli interventi del M5S prevedono, oltre alla rimozione dei rifiuti ed al decespugliamento, il ripristino delle staccionate lignee danneggiate da intemperie ed atti vandalici. Prossimo obiettivo, la pulizia al monumento funebre del barone Zumjungen, a pochi metri dal sepolcro bizantino.

 

Condividi questo articolo