Deludendo gli stessi aderenti del Pdl  che lo ritenevano ormai uno dei gruppo, “l’ex consigliere comunale” (così si firma) Franco Russo fa un passo indietro e smentisce di avere aderito al partito di Berlusconi, A far prendere un “abbaglio” agli addetti ai lavori una cena in un noto ristorante della Marina Garibaldi con il deputato regionale Nino Germanà e con il padre Basilio, già senatore, e, dopo un paio di giorni, un dopo cena alla discoteca Epic nel corso di un incontro riservato al Pdl (politici del partito, evidentemente poco informati, continuano a giurare che Franco Russo sia stato tra gli organizzatori). Così la lettera integrale di Russo, che gli addetti ai lavori indicano come possibile assessore allo Sviluppo Economico della giunta di Carmelo Pino, a sua volta da mesi vicino al Pd di Francantonio Genovese.

Franco Russo

“Intendo smentire categoricamente quanto apparso in questi giorni su un giornale on-line e su alcuni organi di stampa del mio avvicinamento al PDL – scrive severo Franco Russo – Non c’è stato alcun incontro organizzato, ma un occasionale incontro in mia presenza tra la componente della PDL milazzese e l’On. Germanà, persona che stimo e della quale mi pregio di essere amico di famiglia. Per l’occasione c’era anche un consigliere del PD nel locale che è venuto a salutare i presenti. Rimango in una posizione indipendente, vicino al Sindaco Pino, dopo aver preso le distanze dal partito del quale facevo parte fino alle regionali del 2012 l’MPA”.

Condividi questo articolo