Dopo un periodo di rodaggio il Movimento 5 Stelle si apre alla città ed invita ufficialmente i milazzesi a partecipare attivamente alle iniziative a cominciare dal 1 febbraio. Quello che tecnicamente si chiama “meet up” (una volta quando i social network non esistevano l’avrebbero chiamato circolo locale) a Milazzo si riunisce periodicamente in un ufficio in via Grotta Polifemo 92 o nella sala del bar Absinthe in via Risorgimento. Per partecipare agli incontri e conoscere gli attivisti ed i simpatizzanti iscritti al movimento di Milazzo si può consultare il sito http://www.meetup.com/Movimento-5-stelle-Milazzo oppure ci si può associare alla pagina facebook all’indirizzo: http://www.facebook.com/groups/CinqueStelleMilazzo/ La parola d’ordine è: non delegare più alla politica ma parteciparvi attivamente.

Beppe Grillo a Milazzo

«Dalla nostra costituzione – si legge in una nota a firma di Carmelo Papale – i simpatizzanti al movimento sono quotidianamente aumentati; in particolar modo sono graditi, tutti quei cittadini, che vogliono attivarsi e contribuire secondo le proprie competenze ed esperienze professionali, alla costituzione delle commissioni parallele di supporto ai nostri deputati portavoce eletti lo scorso ottobre all’Assemblea regionale siciliana con il contributo di tutti voi”. Dal 1 febbraio, e per tutti i fine settimana, sino alla data delle elezioni nazionali del 24 febbraio, i “grillini” saranno presenti a Milazzo con gazebo informativi sul programma e per conoscere i candidati “a 5 stelle”. Un deputato in pectore è il milazzese Tommaso Currò, al secondo posto della lista alla Camera nella Sicilia Orientale, la cui elezione è data per scontata. Currò da anni vive a a Catania per motivi di lavoro anche se non ha perso il contatto con il territorio mamertino dove vive la famiglia. «Intendiamo organizzazrci al meglio a livello comunale per tutelare e difendere l’interesse primario dei cittadini nel difficile periodo che Milazzo attraverserà causa del conclamato dissesto economico figlio della vecchia gestione partitica», conclude la nota. Nel corso della giornata i deputati regionale del movimento si sono incontrati con gli ambientalisti di Milazzo e della Valle del Mela per conoscere i dettagli della protesta contro l’elettrodotto di Terna.

 

Condividi questo articolo
371 visite