ANTEPRIMA. E’ andata deserta la gara per gestire i parcheggi a pagamento a Milazzo. Il bando scadeva ieri, ma al protocollo del comune di Milazzo non è giunta alcuna offerta. Una situazione che da un lato consentirà agli automobilisti di godere delle strisce blu senza sborsare un euro, ma dall’altro rimangono senza lavoro gli ausiliari del trafico (ex lavoratori galileo) in attesa di essere riassunti dalla nuova società. Il bando, questa, volta era stato redatto con particolare attenzione dopo le deludenti esperienze con le operative che hanno lasciato anzitempo la concessione del suolo pubblico. Forse è stato ritenuto dalle aziende fin troppo blindato. Si trattava di un pubblico incanto aperto a quelle ditte che nell’ultimo triennio hanno prodotto un fatturato di tre milioni di euro.

Carmelo Pino e Giuseppa Puleo

L’affidamento avrebbe avuto durata triennale e l’aggiudicatario doveva inserire nell’organico gli ex dipendenti della Galileo assunti con la qualifica di “ausiliari del traffico”. Modificato anche il numero degli stalli contraddistinti dalle strisce blu: non più 630 bensì 1087 con l’inserimento dell’area di piazza 25 Aprile, di Vaccarella e di alcune zone della via dei Mille, nel porto, che senza una regolamentazione soprattutto nel periodo estivo diventano automaticamente parcheggio per le isole Eolie. Novità sostanziali riguardano anche la tariffa, con l’inserimento di una quota oraria di 3,50 euro per gli autobus (tariffa giornaliera 23 euro). «Si tratta di una questione gestionale – apre le braccia il sindaco Carmelo Pino – dovrò essere il dirigente Giuseppa Puleo, comandante dei vigili, a trovare una soluzione».

 

Condividi questo articolo