Sconfitta “arbitrale” per il Sacro Cuore di Salvatore Cambria. Il delicato scontro salvezza con la Spadaforese viene perso per un dubbio calcio di rigore assegnato e trasformato nel secondo tempo. Tante le proteste della panchina biancorossa per un fallo di mano che sembrava inesistente e che invece Ë stato visto dall’arbitro Saggio. Che, invece, a tempo scaduto, ha negato un penalty ai milazzesi per un altro fallo di mano che stavolta sembrava esserci. Una sconfitta che fa male, visto che adesso la squadra mamertina ritorna in piena zona play-out. Giornata sfortunata e senza reti mamertine anche in Prima Categoria. La Folgore prende l’oramai solito “cappotto”. Questa volta a passeggiare sui resti dei ragazzini di Salvatore De Luca è il Lipari, terzultimo in classifica, che si impone a Milazzo con un rotondo 6-0.

Andrea Irato

 

Nell’altro incontro il Bastione esce sconfitto dalla trasferta di Messina. Il Riviera Dello Stretto si rivela troppo forte e dall’alto della sua terza posizione in classifica rifila tre reti a Peppe Onnis e compagni. Non va meglio in Seconda Categoria, dove il Real Gabbiano, in pieno smantellamento, si presenta con soli sette uomini a referto sul campo della Peloro Annunziata. Due minuti e i milazzesi rimangono in sei: troppo pochi per continuare a giocare. Partita finita e persa a tavolino per 3-0. In chiaroscuro anche la Terza Categoria. L’unico risultato positivo di giornata Ë il pareggio dell’ArciGrazia contro la capolista Venetico: Roberto Papale firma l’1-1 ma non riesce a portare i suoi alla vittoria. Tanti errori sottoporta anche della Duilia che perde 4-2 nella trasferta isolana di Stromboli.

SEBASTIAN DONZELLA

Condividi questo articolo