Continuano le multe ai manifesti selvaggi, ma manca un regolamento per consentire agli operatori del settore di mettersi in regola con i tributi comunali. A sollevare il problema è stato il consigliere comunale Massimo Bagli il quale ha presentato una interrogazione nella quale chiede di conoscere “i tempi ancora necessari alla Prima Commissione Consiliare per procedere alla trasmissione all’Aula del testo dei regolamenti disciplinanti la TOSAP e la pubblicità commerciale e le motivazioni di tali ritardi ed omissioni”. Bagli rileva che la Tosap rappresenta un tributo importante in quanto “le occupazioni di qualsiasi natura effettuate nelle strade, sui corsi, nelle piazze e, comunque, sui beni appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile del Comune sono soggette a tale tributo” e che “tutte le occupazioni realizzate senza la previa concessione comunale sono considerate abusive e passibili di sanzioni penali e civili, in aggiunta al pagamento della tassa dovuta. Appare quindi opportuno procedere alla regolamentazione, in virtù del fatto che utenti, artigiani e commercianti operanti nel territorio comunale (fra gli altri gli operatori del mercato settimanale) sono interessati a vario titolo all’occupazione di spazi ed aree pubbliche e, conseguentemente, sono gravati dall’onere di pagare la predetta tassa”.

Condividi questo articolo