Il sindaco Carmelo Pino, dopo aver registrato diverse e continue proteste dei cittadini per i disservizi che si registrano da qualche tempo all’ufficio postale di Milazzo provocando disagi non più sostenibili, ha deciso di inviare una lettera alla direzione delle Poste di Palermo per chiedere interventi concreti. “I cittadini – scrive Pino – sono esasperati, per le estenuanti file che si registrano quotidianamente all’interno dell’ufficio postale di Piano Baele che, mi è stato detto, per ragioni di sicurezza può accogliere nella sala contemporaneamente un massimo di 28 utenti, cifra assurda per una città di oltre 30 mila abitanti come Milazzo dove il movimento dell’utenza è di gran lunga superiore.

L’ufficio postale

 

Ma quel che appare più grave è la carenza agli sportelli, dove su otto punti operativi, ne restano aperti tre, al massimo quattro, per carenza di personale. In questi ultimi giorni la situazione è ulteriormente degenerata tanto da far temere problemi di ordine pubblico. Nei locali dell’ufficio postale si formano ogni giorno code lunghissime di gente esasperata, in alcune occasioni sono dovuti intervenire anche i rappresentanti delle forze dell’ordine per sorvegliare che la situazione non degenerasse. Anche in questi giorni in Comune ho ricevuto un gruppo di cittadini che mi segnalava i disagi con cui fa i conti da mesi. Purtroppo su questa materia il nostro ente non ha competenza, ma ho il dovere di segnalare che il malcontento cresce sempre più. La gente non può essere esasperata dalle carenze di organico delle Poste italiane. Pertanto si chiede che vengano assegnate delle unità di personale così da garantire l’apertura al pubblico di tutti gli sportelli”.

Condividi questo articolo