Il consiglio comunale ha bocciato la mozione presentata da 18 consiglieri (primo firmatario Alessio Andaloro) con cui si avviava l’iter per tagliare del 50% i gettoni di presenza. Ieri sera la maggioranza ha votato il documento: 17 consiglieri hanno votato contro la mozione, 12 a favore. Una seduta, quella presieduta da Saro Pergolizzi, ricca di interventi e posizioni diversificate. Un po tutti ( a parole) si sono detti favorevoli ad un intervento per ridurre i costi della politica locale.a la maggioranza non ha condiviso la mozione poichè rischiava di essere illegittima, visto che “toccava” anche le indennità di risultato dei dipendenti comunali regolamentati dal contratto nazionale.

 

Domani pomeriggio, alle 17, alla saletta Diana, i 17 consiglieri hanno convocato una conferenza stampa per spiegare la loro posizione apparentemente “impopolare”. «Siamo tutti disposti a fare un sacrificio – spiegano – ma bisogna prendere provvedimenti seri e soprattutto condivisi da tutti». Sempre ieri sera è stata presentata la richiesta di convocazione di un consiglio comunale su questo argomento. Tra le ipotesi c’è quello di ridurre le indennità non del 50% ma del 70% (33 euro a gettone), il numero di sedute e commissioni, l’eliminazione dei permessi di lavoro.

Condividi questo articolo