Nelle prossime ore il sindaco Pippo Midili dovrebbe emettere un’ordinanza in cui si dispone nella giornata di sabato 1 maggio la chiusura delle piazze e dei luoghi di ritrovo solitamente più popolati. Un modo per evitare assembramenti in una giornata che tradizionalmente, prima della pandemia, era dedicata alla gita fuori porta o, comunque, ai picnic con gli amici. la prefettura ha disposto l’intensificazione di controlli agli svincoli autostradali e agli imbarcaderi verso le isole Eolie.

Il prefetto di Messina, Cosima Di Stani ha convocato in videoconferenza il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica per predisporre le attività da portare avanti per evitare possibili assembramenti nei luoghi all’aperto sede di abituale ritrovo.

Alla riunione ha partecipato anche il sindaco Pippo Midili. Presenti il questore di Messina, i comandanti provinciali di Carabinieri e Guardia di Finanza, i comandanti i delle Capitanerie di Porto di Messina e Milazzo, il responsabile dell’Ispettorato Ripartimentale Foreste di Messina, il dirigente della Sezione di Polizia Stradale di Messina e il Comandante della Polizia Metropolitana.
Il prefetto ha evidenziato la necessità di un particolare impegno delle Forze di polizia per il rispetto delle vigenti misure restrittive di contenimento dell’emergenza epidemiologica. In sede di Comitato, è stata quindi condivisa l’esigenza di incrementare le attività generali di controllo e vigilanza del territorio.

Ai sindaci è stata ricordata la possibilità di disporre la chiusura di specifiche aree pubbliche o aperte al pubblico (strade, piazze, lungomare, ecc.) nelle quali non sia possibile assicurare adeguatamente il rispetto della distanza interpersonale di sicurezza. Una particolare attenzione è stata riservata anche alle attività di controllo da svolgere sulla rete stradale e autostradale nonché sugli scali portuali, con una specifica intensificazione presso i varchi in entrata e in uscita dalla città di Messina.

Saranno sottoposti a controllo anche i litorali e con il supporto della Polizia Stradale, verrà altresì assicurato lo svolgimento di mirati servizi presso le barriere autostradali di Villafranca Tirrena e Tremestieri. Analoga intensificazione delle attività di vigilanza sarà disposta nel porto di Milazzo, luogo di imbarco per le isole Eolie, alle spiagge dei paesi rivieraschi ed ai Comuni solitamente interessati da un maggior afflusso di persone.

Condividi questo articolo
guest
21 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Io sono milazzese
Io sono milazzese
17 giorni fa

Io HA mio figlio non l’HO mando piú HA squola..

W San Sebastiano e Forza Igea!

Jack
Jack
16 giorni fa

L’italiano, questo sconosciuto.

Magghissu Diluci
Magghissu Diluci
17 giorni fa

La triste realtà è che siete poco intelligenti e quindi destinati a estinguersi o per natura o per forza. Vi ostinate a includervi in uno strenuo globalismo dove l’interesse comune e la competizione sono capisaldi assoluti. Verrete prima derisi dai vostri stessi vizi e poi quando avrete perso tutto proverete a prendervi ciò che vi hanno tolto con la forza perché per natura era troppo stupido.

Giueppe
Giueppe
17 giorni fa

Basta che non scassate a minkia a chi lavora per mettere il pane a tavola, a voi che fate le regole vi metterei a vivere in cassa integrazione e quando non avrete manco i soldi per mangiare me ne sbatterei il caz come fate voi.

la voce del popolo
la voce del popolo
18 giorni fa

ahahahahah blindatissimo,ma si venuni i tutti i muntagni,non siti cosa mancu di fare i controlli,a cuccatibbi

Jack
Jack
18 giorni fa

Ma perché il sindaco non la smette ? E pure il prefetto! È scientificamente dimostrato che all’aperto il virus contagia molto meno, altrimenti devono mettere in discussione il principio su cui si basano le aperture del 26 aprile volute dal governo, e mi dovrebbero spiegare perché giovedì si è tenuto il mercato!!!