E’ stato condannato in primo grado a 4 anni e 2 mesi di reclusione con 1.500 euro di multa il barcellonese Sebastiano Puliafito, 54 anni. E’ stato ritenuto colpevole di una tentata estorsione e di una violenza privata nei confronti dell’ex moglie e dei suoi figli.

I fatti risalgono al 2018 e si riferiscono alla gestione di due ditte di noleggio mezzi con sede a San Filippo del Mela. All’uomo, difeso dall’avvocato Pinuccio Calabrò, venivano contestati tre estorsioni, con una richiesta di condanna da parte del pubblico ministero a 10 anni e dieci mesi. Il collegio penale dopo la camera di consiglio ha disposto la riduzione della condanna richiesta perché ha assolto l’imputato da un capo d’imputazione, quello secondo cui avrebbe costretto i familiari ad acquistare impropriamente una targa di prova.

Puliafito si è visto derubricare la seconda tentata estorsione in violenza privata, perchè avrebbe costretto l’ex moglie sotto minaccia ad acquistare un mezzo della ditta che amministrativa, ed un’estorsione consumata in tentata estorsione perchè avrebbe impedito ai familiari di entrare negli uffici della società di loro proprietà, procurandosi un ingiusto profitto.

L’avvocato difensore ha preannunciato la richiesta di revoca della misura cautelare per questo procedimento, ma l’imputato resterà in carcere per coinvolto nell’operazione Nemesi, dove gli viene contestato il reato di omicidio di stampo mafioso.

Condividi questo articolo
3.916 visite