Venerdì 6 aprile, alle ore 19, all’Associazione “Casa del Popolo Milazzo” di via XX Settembre, 63 sarà presentato il libro Vento di Fuoco (Edizioni Neomediaitalia) un romanzo di Lino Busà. Assieme all’autore, a dibattere sul contenuto del romanzo che parla delle speranze di una generazione fra ribellismo e opportunismo in una Sicilia ambigua che sembra l’Italia di oggi, saranno Francesco Andaloro, presidente dell’associazione Casa del Popolo di Milazzo e Filippo Giunta, docente e poeta.

Durante un viaggio in Sicilia l’autore conosce un vecchio bracciante con cui entra in confidenza. In una calda serata d’agosto, questi gli racconta una storia di cui è stato protagonista e che gli è costata dodici anni di galera.

E’ la storia di un rapimento nelle montagne fra l’Etna e i Nebrodi, nella Pasqua del ’44. La guerra in Sicilia è finita. Il ritorno alla normalità è convulso.

Ai mali storici di quella terra, arretratezza e latifondo, si aggiungono i danni e le miserie della guerra, ma la ritrovata pace non può che infondere un clima di speranza ed ottimismo, soprattutto nei più giovani.

 

Lino Busà e nato a Messina e vive a Stroncone in provincia di Terni. Ha scritto diversi saggi sulla criminalità organizzata. Vento di fuoco è il suo primo romanzo.

Condividi questo articolo