VIDEO INTERVISTA. Contrarietà totale ad ogni forma di inceneritore di rifiuti, tante perplessità nei confronti dell’istituzione di una riserva marina a Capo Milazzo e sulla creazione di un aeroporto. Alberto La Spada, 34 anni, è uno dei candidati del Movimento 5 Stelle all’Assemblea regionale. Vive a Villafranca ma conosce bene le problematiche del comprensorio di Milazzo visto che negli ultimi cinque anni ha lavorato nel Gruppo parlamentare del movimento proprio all’Ars dove si è occupato principalmente degli aspetti ambientali.

Sull’aeroporto ha una posizione netta. «Tutto quello che abbiamo visto attorno alla venuta dell’investitore indiano era un falso. Non esiste ad oggi una “carta” negli uffici preposti. Personalmente sono per potenziare i collegamenti con gli scali di Reggio Calabria, Palermo e Catania, raggiungibili nel giro di un’ora e mezza». E sulla Riserva Marina di Capo Milazzo fortemente voluta dall’ex “grillino” Tommaso Currò, oggi deputato nazionale del Pd, domanda: «Qualcuno ha chiesto ai milazzesi se volessero la Riserva? Tutto è nato solo grazie all’emendamento di un deputato».

Condividi questo articolo
475 visite