droga_romettaI Carabinieri della Stazione di Rometta Marea, sospettavano da un po’ di settimane che in una privata abitazione in Corso della Libertà ci fosse un vero e proprio “supermarket” della droga. I militari di Rometta, un territorio che fa da “cuscinetto” tra Messina e Milazzo, avevano registrato da alcuni mesi un cospicuo traffico di stupefacenti che riforniva tutti i giovani della zona. Dopo un periodo di osservazione e di accertamenti, nella giornata di ieri, i Carabinieri di Rometta, con l’ausilio del Nucleo cinofili di Nicolosi, decidevano di fare irruzione nell’appartamento.

Al termine della perquisizione, i militari hanno trovato, all’interno di diversi barattoli di vetro occultati sapientemente in diversi mobili e arredi, circa 60 grammi di marijuana, 5 grammi di hashish, 2 piante di cannabis indica in vegetazione per un altezza di mt 1,50 ognuna, un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento e un impianto di coltivazione composto da una potente lampada elettrica e un timer di accensione. Parte dello stupefacente si trovava occultato in modo così “attento” all’interno di alcuni arredi che solo grazie al grande fiuto dei cani è stato possibile recuperarlo.

Per i due coniugi, padroni di casa e pusher “in incognito” FORTUNATO MESITI , 31enne di Rometta, venditore ambulante, già noto alle forze dell’ordine e BARBARA RUSSO, 37enne, di Rometta, è scattato l’arresto in flagranza per detenzione di stupefacente ai fini di spaccio.

Il sequestro di stupefacente di diversa natura, di un bilancino di precisione, di materiale di confezionamento dimostra che la coppia commerciava diversi tipi di droghe ed era ben attrezzata per la suddivisione in dosi.

MESITI  è stato trasferito al carcere di Messina Gazzi , mentre sua moglie in una privata abitazione in regime di arresti domiciliari.

Condividi questo articolo
816 visite