ESCLUSIVA. Il consiglio comunale potrebbe ritornare presto in aula. La Cassazione ha rigettato il regolamento di giurisdizione proposto dal comune di Milazzo nel corso dei vari giudizi e avallato le posizioni dei consiglieri comunali i quali avevano chiesto l’annullamento della delibera con cui è stato dichiarato il dissesto delle casse comunali e la loro reintegrazione. L’organo consiliare non è più in carica da mesi su disposizione della prefettura di Messina. Ma il ritorno in aula (il terzo di questa travagliata legislatura) non è automatico.

saro Pergolizzi

La Cassazione, a sezione riunite, con l’ordinanza depositata il 22 luglio scorso, ha stabilito che il provvedimento del prefetto che diffidava il consiglio a deliberare il dissesto poteva essere impugnato, per vizi propri, davanti al Tar. Dunque, oggi, tutto ritorna alla valutazione del giudice amministrativo. Il ritorno in aula, infatti, non è automatico: è necessario una pronuncia da parte del giudice amministrativo. Passaggio che il legale dei consiglieri, avvocato Marcello Scurria, farà nei prossimi nelle prossime settimane. Una “vittoria” che conferma le posizioni del presidente del consiglio Saro Pergolizzi, più volte contestato dagli stessi colleghi per la decadenza. Si preannuncia, dunque, un autunno caldo.

 

Condividi questo articolo