Il deputato Tommaso Currò e il Movimento 5 Stelle di Milazzo intendono promuovere un dibattito pubblico sull’istituzione dell’Area Marina protetta a Capo Milazzo approvata stanotte dalla Commisisone Bilancio della Camera. Stanotte, infatti, è stato approvato l’emendamento di inserimento dell’area marina di Capo Milazzo nell’ambito delle aree in cui possono essere istituite riserve marine indicate dall’articolo 36, comma 1, della legge 6 dicembre 1991, n. 394. Grazie all’interessamento e all’impegno del deputato Tommaso Currò, parlamentare milazzese del Movimento 5 Stelle, che ha dato una notevole spinta in avanti all’iter istruttorio dell’importante strumento di tutela dell’ambiente naturalistico e marino del Promontorio. Di concerto coi colleghi della Camera Stefania Prestigiacomo, già Ministro dell’Ambiente, Misuraca, Bratti, Garofalo e Marcon , Currò ha presentato (è la prima volta che si giunge a questo traguardo da quando a Milazzo si parla di area marina protetta) un emendamento al disegno della legge di stabilità, che ha ottenuto il parere favorevole di Governo e Relatore e che è stato approvato dalla commissione Bilancio.

CarmeloPino e Tommaso Currò

“Il promontorio di Capo Milazzo – si legge in una nota del Movimento 5 Stelle di Milazzo – presenta grandi potenzialità che utilizzate correttamente, attraverso un’azione integrata di gestione, dovranno garantire la salvaguardia dell’ambiente e uno sviluppo socio economico sostenibile che includa la pesca artigianale, il turismo e tutte le attività produttive presenti sul territorio. Il lavoro svolto fino ad oggi dal Comitato Area Marina Protetta di Capo Milazzo e dall’amministrazione comunale ha trovato nel deputato Tommaso Currò e nel Movimento 5 Stelle un valido supporto, che conferisce finalmente forza e consistenza all’iniziativa del Comune di Milazzo per il raggiungimento dell’importante obiettivo che rappresenta un nuovo modo di intendere la politica del territorio basata sulla condivisione e sulla trasparenza”. Per questo motivo, il deputato Tommaso Currò e il Movimento 5 Stelle di Milazzo intendono promuovere un dibattito pubblico “al fine di incrementare l’ampio consenso cittadino, già precedentemente espresso con la sottoscrizione di un protocollo d’intesa da parte di tutti i soggetti che sul mare hanno interessi diretti ed indiretti, sul tema dello sviluppo sostenibile attraverso la valorizzazione del territorio e la realizzazione di misure di protezione e di mantenimento dei valori biologici ed ecologici”, conclude il Meet up di Milazzo.

Condividi questo articolo
822 visite