Anche la Raffineria di Milazzo ha espresso solidarietà nei confronti di Peppe Maimone, il presidente dell’associaizone ambientalista Adasc minacciato di morte da ignoti attraverso due lettere anonime. La nota diffusa dall’azienda petrolifera ha un valore altamente simbolico perchè le minacce sarebbero legate all’attività di Maimone e dell’Adasc proprio contro le industrie. “La Raffineria di Milazzo – si legge in una nota stampa – esprime piena ed incondizionata solidarietà al Presidente dell’ADASC, Giuseppe Maimone, per le vili minacce anonime ricevute in questi giorni. La Società ritiene lodevole l’impegno e la dedizione con cui un giovane, come il presidente dell’ADASC, porta avanti le Sue battaglie, nella convinzione che un serio e trasparente confronto delle idee e delle diverse posizioni rispetto alla presenza industriale sul territorio sia un valore da tenere sempre vivo sui tavoli tecnici e nei contesti sociali, nel solco inderogabile ed irrinunciabile della legalità e del rispetto di tutte le persone coinvolte”.

Condividi questo articolo