Il gup Daniela Urbani ha condannato a 4 anni il milazzese Salvatore Cuttone, accusato di favoreggiamento, avrebbe favorito la latitanza del boss barcellonese Filippo Barresi arrestato lo scorso gennaio dalla Polizia in una villetta di Milazzo dopo circa un anno e mezzo di latitanza. Il gup ha inflitto la stessa condanna richiesta dal pubblico ministero Camillo Falvo nel giudizio che si è svolto con le forme del rito abbreviato.

Salvatore Cuttone

Il blitz della Polizia nella villetta di Milazzo arrivò a seguito di un’ intensa attività investigativa. Da mesi gli investigatori erano sulle tracce di Barresi senza mai riuscire a prenderlo. La sera del 29 gennaio gli agenti fecero irruzione nella villetta riconoscendo la voce di Barresi. Nell’ estremo tentativo di non farsi scoprire erano state sbarrate le porte e spente le luci come per far sembrare che la casa fosse vuota. I poliziotti entrarono con un’ azione a sorpresa trovando Cuttone nascosto nel box doccia mentre Barresi era in un vano ricavato nel sottotetto. Barresi era latitante dal giugno 2011 dall’ operazione antimafia “Gotha”.

 

Condividi questo articolo
675 visite