E’ stato presentato il libro “Dalla tv alla web-tv: il giornalismo tra streaming hashtag e libertà” di Veronica Crocitti, nella sede di Casaggì Milazzo. L’incontro, moderato da Santi Cautela, ha posto le basi del dibattito finale sui pericoli celati dietro l’e-democracy e le potenzialità espresse dalla blogosfera e dal web 2.0 nelle ultime tornate elettorali. L’autrice, giornalista plurilaureata originaria di Messina, tornata recentemente da un’esperienza formativa in America, presso l’Ambasciata italiana a Washington, ha spiegato i punti forti del web nella nuova frontiera dell’informazione libera.

veronica crocitti

La scrittrice e giornalista ha passato in rassegna molti esempi, tra cui il caso studio da lei analizzato: Servizio pubblico di Michele Santoro, andato in onda in streaming sul web, prima di passare a La7. Si è parlato anche del mondo dei blog, della comunicazione politica e del nuovo modo di fare notizia attraverso i tweet. Con il focus sul blog di Grillo si è entrati nello specifico del dibattito, impreziosito dai numerosi ospiti attenti alla relazione dell’autrice “chi ignora questo mondo si assume tutti i rischi e le sue responsabilità” ha concluso rivolgendosi ai quesiti che ponevano un dubbio di legittimità sul primato che il web ha assunto in questi giorni nell’attualità politica dell’informazione nazionale.

Condividi questo articolo