Per festeggiare i 50 anni di attività la Raffineria le “suonerà” ai milazzesi. Il ricco programma di festeggiamenti, infatti, si basa tutto su eventi musicali: dal concerto in Marina Garibaldi della Pfm al concerto di musica sinfonica al Teatro Trifiletti. «Cinquanta anni sono un passaggio importante, specialmente per una realtà industriale come una raffineria, che ha attraversato periodi di crisi internazionali o di riassetti industriali, diventando nel tempo una realtà all’avanguardia nel panorama internazionale dal punto di vista sia tecnologico che imprenditoriale, con una particolare attenzione al continuo dialogo con la città di Milazzo ed il territorio – si legge in una nota della Ram – Per ripercorrere mezzo secolo di storia e capire meglio le nuove prospettive che la attendono, la Raffineria di Milazzo racconta i suoi cinquant’anni ma si apre al futuro, al mondo occupazionale e alla città. E per l’occasione, nell’ambito delle iniziative previste per il raggiungimento di questa tappa, promuove un tema trasversale quale la musica per coinvolgere i giovani e non solo». La prima parte del programma, realizzato in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e alle Politiche Educative, si aprirà il 23 maggio p.v. con l’incontro della CPM, importante scuola di musica italiana, con gli studenti di Milazzo, dalle scuole elementari alle superiori.

«Sarà un cartellone articolato con attività non solo artistico-espressive, ma di vera socializzazione» sottolineano nel comunicato stampa. Due i momenti dedicati alle nuove leve della musica per dare loro la possibilità di mettere in mostra espressività artistica e talento: il primo, il pomeriggio del 24 maggio presso il “Mediterranea Club”, con ascolto, orientamento e analisi delle loro proposte musicali; il secondo, il 25 pomeriggio in Marina Garibaldi, più libero ed espressivo, con una esibizione live. «Sabato 26 maggio, la Raffineria e la Città di Milazzo abbracciano la buona musica con il concerto della P.F.M. nel Lungomare Garibaldi, alle ore 21.00 – riprende la nota – Una settimana, insomma, in cui proprio la musica sarà al centro dell’attenzione come promotrice di socialità e vera cultura. Inoltre, dal 30 maggio al 10 giugno, presso il PalaDiana di Milazzo, sarà presente una Mostra fotografica che, utilizzando immagini della raffineria e della città, illustrerà come siamo cambiati in mezzo secolo. Cambiamenti, peraltro documentati da uno studio del dipartimento di statistica del Comune di Milazzo, anche dal punto di vista degli aspetti sociali, occupazionali, turistici ed economici. L’attenzione della RAM verso i suoi collaboratori, sarà celebrata venerdì 25 maggio, alle ore 10.00, al “Mediterranea Club”, dove si festeggerà anche un’importante obiettivo raggiunto, “un anno senza infortuni”». Per l’occasione, verranno consegnati anche gli attestati per chi ha compiuto i venticinque anni di lavoro. La cerimonia si arricchirà della partecipazione di alcuni ex dipendenti che sono stati presenti in questi 50 anni di attività della RAM. Infine, l’Orchestra Sinfonica Siciliana con il direttore Antonio Puccio e il mezzosoprano Elena Belfiore, concluderà le manifestazioni con un concerto al Teatro Trifiletti di Milazzo, in programma l’8 giugno.

 

Condividi questo articolo