LA LETTERA. L’associazione Amici di Milazzo interviene sul fenomeno del randagismo in città. Ecco la lettera inviata a redazione@oggimilazzo.it che pubblichiamo integralmente.

L’associazione Amici di Milazzo, sempre attenta alle problematiche della città, comunica un fatto increscioso accaduto ad una sua socia. A fine settembre un cane di media taglia e di colore marrone si è unito alla folto numero di cani randagi che ormai ha scelto la città di Milazzo come favorevole  residenza.

L’animale, in apparenza bonaccione e giocherellone, 20 giorni fa in piazza Marconi (Stazione Vecchia) ha aggredito con ferocia la signora ferendola in più parti.  Solamente il provvidenziale intervento di una pattuglia dei carabinieri che sostava nella piazza ha evitato conseguenze peggiori. I militari sono finanche dovuti ricorrere all’utilizzo dei manganelli per riuscire a staccare il cane che nel frattempo aveva saldamente addentato il braccio della terrorizzata signora.

A seguito di un breve ricovero presso il pronto soccorso del nosocomio Mamertino la signora veniva dimessa con una prognosi di giorni 20. Nonostante siano state sporte le necessarie denunce presso i carabinieri prima ed il comando dei  vigili urbani  successivamente, e la vicenda sia stata portata alla attenzione dell’amministrazione comunale e degli uffici competenti del comune di Milazzo fino ad oggi nessuna azione correttiva risulta essere stata posta in essere per allontanare il cane randagio che tuttora sosta nella zona tant’e’ che anche ieri mattina il cane ha nuovamente tentato di aggredire la stessa signora. 

L’associazione Amici di Milazzo porta a conoscenza di questo caso la cittadinanza sia nell’intento di sensibilizzare l’amministrazione ad affrontare con determinazione il problema del randagismo in città che ha oramai raggiunto proporzioni preoccupanti sia di avvisare i residenti ed avventori della zona Stazione Vecchia della presenza del pericoloso quadrupede.

Il Presidente
Sergio Castellaneta

33 Visite totali, 2 visite odierne

Condividi questo articolo...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this pageEmail this to someone

Rispondi

14 Commenti su "La lettera. “Amici di Milazzo”: “Randagismo, fenomeno preoccupante”"

avatar
400
Ordina per:   più recente | meno recente | più votato
uomo qualunque
Ospite

un animale così è un pericolo al 100%: il morso è la meno cosa, pensa se ti contagia la rabbia? nei paesi civili e organizzati tipo Nord Europa lo avrebbero già abbattuto, ,

Chiara
Ospite

Pregherei la Spett.le redazione di oggi milazzo, di mettere la foto corretta del cane in questione, e nn una foto di repertorio. Se si vuole avvisare la cittadinanza di un fatto così “grave”, pubblicando articoli senza informarsi sul reale svolgimento dei fatti, che X lo meno si indichi bene il cane assassino, di modo da essere beffeggiati in modo pubblico

chiara
Ospite

apprendo con enorme dispiacere la triste vicenda accaduta a Milazzo, a cui però voglio fare una precisazione. invero, l’associazione Amici di Milazzo, nel porre a conoscenza la cittadinanza dell’accaduto, per mera dimencanza, scorda due fatti secondo me, Presidente dell’associazione Amici degli animali Milazzo, di fondamentale importanza. in primis che il famelico cane De Quo, prima di aggredire

domenico giorgianni
Ospite

un cane che aggredisce due volte la stessa persona?? ho è un cane intelligentissimo o la signora ha fatto qualcosa al cane

Giuliano
Ospite

Purtroppo non è un caso isolato ormai tutti i quartieri di Milazzo hanno questo problema ed il comune non fa’ niente come chi di dovere.. Forse sé viene morso con conseguenze imprevedibili un loro figlio o parente come madre anziana vediamo.

wpDiscuz