Ricotta di pecora, farina di Maiorca, crema mandorle, per un grande classico della pasticceria coniugato in siciliano. E’ stato possibile assaggiarlo oggi nella “Sala dei Cavalieri” al Castello di Milazzo.

La degustazione del particolare dessert rientra nel fitto calendario di eventi che si protrarranno sino a domani domenica 18 settembre al Complesso Monumentale.
Una serie di appuntamenti che vedrà in mostra prodotti dell’agrobiodiversità siciliana, laboratori di cucina, convegni ed intermezzi musicali.
L’associazione “Simenza” Compagnia Siciliana Sementi Contadine nasce appunto per aggregare agricoltori, allevatori, ricercatori e professionisti per la valorizzazione del nostro ricco patrimonio agroalimentare.

Lo chef messinese dell’Associazione Cuochi Messina, partecipa all’evento con uno dei suoi cavalli di battaglia: il Tiramisu’. Caliri rimbalzò sulle cronache, qualche anno fa, proprio con la sua idea di Tiramisu’ “portatile”
Il dolce venne infatti confezionato all’interno di un tubetto insieme ad un piccolo cofanetto per confezionarlo.

Oggi la declinazione del famoso dolce al caffè in chiave tutta siciliana con ricotta di pecora, invece del mascarpone, farina di grani antichi, mandorle caramellate al cioccolato ed una bagna di caffè e spezie.

Condividi questo articolo