I consiglieri comunali Lorenzo Italiano, Giuseppe Crisafulli e Alessio Andaloro hanno occupato ieri sera l’aula Consiliare in segno di protesta per i continui disservizi di riduzione del personale e di dirigenti medici nella nuova rideterminazione della pianta organica dell’Ospedale di Milazzo.
Un gesto finalizzato a richiamare l’attenzione sia dei vertici dell’Asp che delle istituzioni regionali per cercare di risolvere una volta per tutti i disservizi al pronto soccorso, determinati – hanno evidenziato i consiglieri – dalla cronica mancanza di personale che provoca lunghe liste di attesa, carenze di dirigenti medici nei reparti di Anestesia, Ortopedia. Posto in risalto anche “lo smembramento del reparto di otorinolaringoiatria, con la riduzione di posti letto e dirigenti medici”.

«La politica – hanno detto ancora Italiano, Crisafulli e Andaloro – non può rimanere inerte davanti a tutto questo; la difesa delle nostre strutture è un diritto dovere per chi è impegnato in politica per il bene della nostra comunità. La difesa al diritto della salute non ha colore politico. Da mesi le forze politiche denunciano tutto questo tant’è che l’intero Consiglio Comunale ha deciso di lasciare aperta la seduta straordinaria già tenutasi nelle scorse settimane sull’argomento Ospedale di Milazzo, sollecitando la presenza dell’assessore regionale alla Sanità e dei vertici provinciali Asp».

 

Condividi questo articolo
guest
18 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
rais
rais
3 giorni fa

E POI IL SINDACO UNDI ERA?

rais
rais
3 giorni fa

LORENZO RIPRENDITI TUTTO, SIAMO CON TE!!!

pippo
pippo
5 giorni fa

Lo sappiamo tutti che avete votato per musumeci, la sanità è di competenza della regione. #diventeràbellissima quando i siciliani non venderanno i propri voti

Tony
Tony
5 giorni fa

mi hanno rinviato una visita specialistica per due volte, la prossima mi hanno detto ad Aprile. Sono costretto ad andare da un medico privato pagando. La sanità italiana è la migliore perchè è gratis! ma quando mai??

Peppe
Peppe
6 giorni fa

Chiedetevi come si accede nei reparti dell’ospedale di Milazzo. Magari passando dagli studi privati a pagamento dei medici ospedalieri che da dipendenti sono diventati padroni. Dal pronto soccorso ai reparti non ce mai posto bene che vada ti mandano a Patti.I
letti riservati ai clienti

Alessandro
Alessandro
6 giorni fa
Reply to  Peppe

Finalmente uno dico uno che dice la verità , inoltre è tutto politicizzato

Barcmer
Barcmer
5 giorni fa
Reply to  Peppe

Non penso che sia vero quello che tu scrivi in quanto nell’ ospedale di Milazzo ci sono dei buoni medici ed uno o due ottimi medici, quindi conclusione i cittadini che hanno problemi di saluti si rivolgono a professionisti che operano in cliniche o in ospedali di prestigio di Messina , Catania.

Barcmer
Barcmer
5 giorni fa
Reply to  Peppe

Il problema vero sta’ nel fatto che l’ ospedale di Milazzo ha pochi posti letto (80-90) in quanto si trova ad assistere circa 200.000 cittadini in inverno che arrivano a 300.000 in estate. Quindi per poter accontentare tutto il territorio dovrebbe avere almeno 400 posti letto e qualche specialistica

Stefano
Stefano
5 giorni fa
Reply to  Peppe

Giusta osservazione,questo è il risultato dei tagli dei posti letto,la trasformazione dei ricoveri giornalieri.I posti rimanenti sono insufficienti per la popolazione della provincia.Il covid hospital di Barcellona,l’assenza del medico in ambulanza è di alcuni centri di eccellenza ha fatto il resto.