Dai vaffa al ministro degli Interni, alle frasi tormentone durante la pandemia. Dalle dirette dal focolare domestico, alle canzoni a modo suo, diversamente intonate, che hanno fatto da colonna sonora del suo tour. “Catemoto De Luca II Lo Zar di Fiumedinisi” il nuovo libro di Emilio Pintaldi, Casta Editore, analizza a 360 gradi la comunicazione dell’ ex sindaco di Messina. Guarda all’ evoluzione avvenuta negli ultimi tre anni ed esamina i punti forti del “De Luca pensiero”. Il volume è stato presentato ieri sera nella suggestiva location allestita da Ivana Montalto titolare della libreria Mondadori, ex Ciofalo, davanti alla fontana senatoria. In tanti hanno sfidato il caldo e hanno assistito attentamente al dibattito che si è sviluppato con l’ attenta moderazione della giornalista Francesca Stornante. Presente Alessandro Russo, autore della postfazione. Ad intervenire il deputato nazionale Nino Germanà, i sindacalisti Michele Barresi e Pietro Patti, il consigliere della quarta circoscrizione Michele Coletta. Nel disegno di copertina De Luca indossa la divisa dello Zar Alessandro II di Russia. Lui, Romanov, liberò i servi della gleba dalla schiavitù. De Luca vuole liberare i siciliani, dice, dalla schiavitù clientelare politica. Ecco perché l’ accostamento con il sovrano russo. Il libro che si avvale della prefazione del giornalista Pino Aprile, autore del best seller “Terroni” è un aggiornamento del primo volume sul leader di Sicilia Vera “Catemoto De Luca” che, tre anni fa, fu tra i saggi più venduti in Sicilia.

GUARDA IL VIDEO

Condividi questo articolo