Nella giornata mondiale del cervello lo scorso 22 luglio si è svolto l’incontro sugli effetti che la musicoterapia svolge sull’individuo. Sia gli effetti sulle funzioni motorie che sulle sensoriali e cognitive. L’evento è stato organizzato dall’associazione Sciarpabianca presieduta da Maria Rosaria Cusumano, il Soroptimist Club Spadafora Gallo Niceto diretto da Mirella Cirilli insieme al SI Club di Milazzo presieduto da Raffaella Catania, rappresentata all’evento dalla Past President Mattia Lazzara. 

Dopo i saluti istituzionali da parte dell’assessore ai Servizi sociali Pasquale Impellizzeri e delle Presidenti, l’avvio dei lavori moderati da Giovanna Maio.
L’incontro ha dato l’incipit su un tema, la musicoterapia, che ancora non è molto noto ai non addetti ai lavori, ma molto efficace ed in alcuni casi fondamentale nei percorsi di assistenza e di miglioramento di benessere di diverse categorie di pazienti affetti da alcune specifiche patologie deficitarie.
Anche Santina Patanè, Direttore MD UOC NPIA dell’ASP Messina, ha auspicato che la musicoterapia venga riconosciuta come una professione sanitaria visti gli importanti benefici che ne traggono i pazienti.

Condividi questo articolo