L’associazione “La Fenice” ha organizzato nell’omonimo lido, la giornata della memoria, iniziativa curata dalla presidente Daniela Rullo che ogni anno ricorda i ragazzi dell’associazione che non ci sono più. «Un momento di preghiera, di dolore, ma anche di speranza per un futuro più accessibile e meglio vivibile per chi ha ricevuto nella vita il peso di un handicap». Alla cerimonia è intervenuto anche il sindaco Pippo Midili. Dopo la celebrazione officiata da padre Serafino è stato sottolineato il lavoro svolto dai volontari e dai ragazzi in una struttura che ormai rappresenta un presidio per coloro che a causa della disabilità vivono le difficoltà della propria condizione e riescono a trovare all’interno della struttura balneare momenti di benessere.

Condividi questo articolo