Da anni tentano di coronare il loro sogno: aprire un impianto sportivo e insegnare calcio ai più piccoli. Ma al comune di Milazzo nessuno riuscirebbe a fornire informazioni sull’iter da seguire. A raccontare la loro lotta contro la burocrazia sono due calciatori professionisti mamertini, amici sin da piccoli (vedi foto in basso): Jacopo Dell’Oglio, fresco di promozione in serie B con il Palermo, e Francesco Cernuto che ha calcato i campi della serie cadetta con la maglia del Venezia (nel curriculum anche Reggina e Treviso). Da sempre sono abituati a dribblare gli avversari ma contro il muro di gomma del palazzo municipale non hanno potuto nulla. Il problema sarebbe legato all’assenza di aree destinate all’impiantistica nel Prg vecchio di decenni e in fase di revisione (recentemente è stato dato incarico ad uno studio di Messina). Ecco la testimonianza in una lettera aperta inviata a redazione@oggimilazzo.it

Caro sindaco Midili,

dietro questa tastiera ci sono 2 ragazzi che, a differenza di quello che si dice in giro sui giovani, la voglia di lavorare ce l’hanno eccome. Noi di mestieri facciamo gli sportivi. Si proprio gli sportivi.

Perché, anche se può sembrare strano, a certi livelli, lo sport diventa un vero e proprio mestiere fatto di sudore sacrifici e privazioni fin dalla giovane età. E proprio perché si tratta di un mestiere come tanti altri, da anni, non riusciamo a capire il perché a Milazzo non veniamo trattati alla pari degli altri lavoratori: i pizzaioli aprono pizzerie, i panettieri aprono panifici, le imprese edili costruiscono nuovi palazzi, i negozianti in generale aprono nuovi negozi e noi?? Sono anni (3 o 4 quindi anche prima del suo insediamento per farle capire che non è una contestazione a lei rivolta) che con educazione e nel rispetto delle norme vigenti cerchiamo SOLO INFORMAZIONI utili per attuare un piccolo impianto sportivo dove poter realizzare il nostro sogno da ragazzini di insegnare il nostro sport, il calcio, ai più piccoli e dar loro la possibilità di realizzare il loro sogno in una struttura che possa accogliere manifestazioni sportive anche per i più grandi ed essere un punto di riferimento per lo sport nella nostra città, ma puntualmente rimbalziamo sulla solita risposta da parte dei funzionari comunali: A MILAZZO NON SI PUÓ FARE.

Ma che cos’ha Milazzo in meno rispetto a tante altre realtà siciliane dove nascono intere cittadelle sportive? In una città in crescita in molti settori perché non permettere anche al settore sportivo di crescere di pari passo autorizzando iniziative del genere? Esiste un modo per il quale 2 giovani trentenni possano portare la propria esperienza sportiva nella propria città senza dover spostarsi nei comuni limitrofi?

Certi della sua collaborazione e di una risposta le auguriamo un buon lavoro.

Francesco Cernuto e Jacopo Dall’Oglio

Cernuto e Dall’Oglio da piccoli

Condividi questo articolo
guest
18 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Saggezza
Saggezza
1 mese fa

L’assessore allo sport è una persona che ha fatto attività fisica sportiva con delle società? Altrimenti inutile chiedere perché non arrivano a capire cosa significa fare un vivaio di ragazzi per lo sport in generale. Dal calcio al running alla pallavolo etc. attività passate ormai.

Peppe
Peppe
1 mese fa

A Milazzo una struttura adatta allo scopo esiste già ed è in uno.stato di degrado incredibile.. La ex scuola calcio di Ciccio Patti al capo. Basterebbe cercare e trovare un accordo tra l’ex gestore e la fondazione Lucifero. Signori amministratori datevi da fare x dare risposte ai due .

Tony
Tony
1 mese fa
Reply to  Peppe

ma perchè fare “alla milazzese” ?? loro vogliono crearlo da se! da quel che ho capito dall’ articolo il problema grave è che al comune non hanno la minima idea ne di come si debba fare, ne da dove cominciare, gli uffici tecnici è come se non esistessero

Last edited 1 mese fa by Tony
Davide
Davide
1 mese fa

Al massimo potreste aprire una panineria a Milazzo, più di questo non credo si possa fare, visto il luogo e le teste. E non è detto che funzioni, considerando che, finito il periodo estivo, a Milazzo vige il vuoto cosmico.

Roberto
Roberto
1 mese fa

Se una persona è ignorante è ricopre una posizione a cui non riesce a dare risposte per il bene dei suoi figli vada a fare un altro mestiere. …..ah ho capito….!!!! Quale…direte voi…

Milazzese
Milazzese
1 mese fa

quanta demagogia…..mica sono gli unici a voler costruire un centro sportivo……