Sarà inaugurato domani sera, mercoledì 29 giugno, alle 19,45 il Parco giochi inclusivo di piazza Impastato. Alla cerimonia interverranno il sindaco Pippo Midili, gli assessori, il presidente del consiglio comunale ed i consiglieri comunali, oltre alle autorità cittadine. Si tratta di un importante intervento di riqualificazione di un’area strategica nel quartiere di Ciantro che consentirà ai bambini e ai ragazzi di fruire di attrezzature ludiche ma anche di spazi di socializzazione.
L’amministrazione comunale infatti ha proceduto alla sostituzione dei giochi esistenti ormai non più del tutto funzionanti e alla realizzazione della pavimentazione in gomma colata antitrauma. Le aree si distinguono per fascia di età con giochi per i bambini più piccoli (2/4+anni) e giochi per bambini più grandi (6/8/12/14+ anni).

Condividi questo articolo
guest
7 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Alberto
Alberto
1 mese fa

Perché avete sottolineato “inclusivo” È stato il comune a chiedervelo? Non si scrivono cose che nn rispondono al vero. Nulla c’è di inclusivo, come del resto in tutta Milazzo. Per l’ennesima volta si esclude una categoria di bambini, che sicuramente stanno scomodi anche a questo sindaco, i disabili.

Unamammadimilazzo
Unamammadimilazzo
1 mese fa

Tutto transennato e i miei figli delusi

Nominatemi Premier!
Nominatemi Premier!
1 mese fa

Le telecamere dovete installare per evitare che qualche disadattato o pischello da 4 soldi distrugga questo spazio per i bambini! Nominatemi Premier!

Bisognoso Tommasa
Bisognoso Tommasa
1 mese fa

Molto bello e a S.Giovanni i bambini non hanno diritto a un parco giochi? Spero di sì

Faccilodda
Faccilodda
1 mese fa

Avevate il vs. Sindaco un paio di anni fa… ci doveva pensare lui… adesso gli impegni sono altri e “lontani” da San Giovanni

Faccilodda
Faccilodda
1 mese fa

Dietro le quinte: visti i numerosi precedenti della zona, è già stata preparata la lettera in risposta al primo atto vandalico, con le solite frasi, “mi dissocio”, “profondo dispiacere”, “bisogna educare dalle scuole”, “non generalizziamo”, ecc ecc. così la risposta è già pronta, quanto dureranno??