E’ atteso  domani, sabato 11 giugno l’arrivo della semitappa Merì-Olivarella della terza e conclusiva giornata barriere mentali oltreché architettoniche. Voluta da papà Gianni e giunta alla sua 6° edizione, la manifestazione che vede protagonista Marzia Ranieri si prefigge l’obiettivo dell’abbattimento delle barriere mentali oltreché architettoniche mediante una passeggiata cicloturistica a passo lento e sostenibile. Marzia ha sempre avuto un sogno: andare in bicicletta con papà Gianni. Dopo anni, esperimenti e allenamenti dal 2016 parte con lui e con un gruppo sempre più numeroso di amici su una bici speciale realizzata dal suo papà alla scoperta della provincia di Messina. L’obiettivo principale della pedalata è proprio l’abbattimento di tutte quelle barriere che rendono difficile la realizzazione dei sogni dei ragazzi come Marzia. Che sia una pedalata, un bagno al mare, o salire un marciapiede senza ostacoli. Partita ieri da Castanea in direzione Mar Jonio, organizzata dalla Cicloturistica Castanea con il patrocinio dell’Acsi, l’edizione 2022 raggiungerà la costa tirrenica attraverso la seconda ed impegnativa tappa lungo la dorsale Peloritana Alcantara-Novara di Sicilia-Falcone in programma oggi. Ad attendere Marzia e tutta la carovana di ciclisti da lei capitanata i Ragazzi Speciali del LabOratorio Giovanni Paolo II di Olivarella. Nella rinnovata struttura del Parco dell’Immacolata recentemente ceduta in gestione proprio all’Oratorio della Parrocchia curata da Padre Stefano Messina, i ragazzi LabO offriranno ai girini un momento ricreativo e di ristoro prima dell’ultima fatica che condurrà gli atleti a San Saba, tradizionale arrivo finale di questa manifestazione.

Presenti i rappresentanti dell’amministrazione comunale da sempre vicina al Gruppo LabO, la Banda Musicale Giovanni Paolo II di Olivarella, e rappresentanti di varie associazioni di volontariato del comprensorio. Un momento di condivisone ed un graduale ritorno alla normalità per i Ragazzi Speciali che da tempo hanno ripreso anche le loro attività laboratoriali in Oratorio arricchite quest’anno anche dalla presenza degli ospiti di una cooperativa sociale. Un gruppo, quello coordinato da Maria Grazia Celi, che, nonostante le recenti restrizioni dovute alla pandemia, è rimasto sempre attivo coerentemente con quanto recita il motto #noncifermiamomai

Condividi questo articolo