La percentuale di raccolta differenziata nel mese di aprile ha registrato il  67%. Un risultato che, tradotto in costo del servizio, ha portato  a circa 3 milioni in meno rispetto al 2020, e per cui si registreranno risparmi in bolletta per oltre il 43%. A comunicarlo in consiglio comunale è stato il sindaco Pippo Midili.  L’aula ha, nfatti, approvato con 13 voti favorevoli (Ficarra Francesco, Piraino Rosario, Francesco Rizzo, Alessia Pellegrino, Mario Sindoni, Massimo Bagli, Sebastiana Bambaci, Giuseppe Doddo, Alessandro Oliva, Santi Saraò, Antonino Italiano, Lydia Russo e Francesco Russo) e 2 astenuti (Antonino Amato e Antonio Foti) il piano finanziario ciclo integrato dei rifiuti per il periodo 2022-2025.
Con gli stessi voti favorevoli e l’astensione di Foti approvate anche le tariffe per l’applicazione della tassa rifiuti (Tari) per il 2022.

Il sindaco Pippo Midili ha esordito parlando della maratona affrontata dagli uffici per l’invio di bollette di pagamento di anni pregressi, «non per fare cassa, ma solo ed esclusivamente per dare seguito alla normativa vigente, e rimediando ad errori riscontrati nell’invio delle bollette Tari e Servizio idrico integrato».

I RISPARMI. Il piano economico finanziario si rifà ad un costo consolidato nel 2020 –ha aggiunto il sindaco ed incide quindi sul piano 2022, riferendo, a richiesta, che per il 2021, a consuntivo, ammonta ad € 7.230.000,00.

Accennando poi al raggiungimento degli obiettivi di eco sostenibilità, il Comune nel 2021 con la differenziata ha tolto dalla discarica 3 milioni e 100 mila chili di rifiuti che sono quindi diventati umido, o altro prodotto recuperato, che sono andati al riciclo, ed è trend di ulteriore crescita in quanto sono previsti ancora in aumento per il 2022. Conseguentemente, il Comune di Milazzo ha risparmiato il 67% sul previsionale, utilizzando solo il 33% del plafond nella discarica di Trapani, e risultando il migliore in tutta la Sicilia. 

PLASTICA E CARTA. Il sindaco ha poi riferito di un dato importante pervenutogli dagli uffici finanziari per cui nei primi 5 mesi dell’anno c’è già un fatturato per Conai e Corepla di circa 140.000 euro, e sono soldi introitati che andranno ad abbattere l’anno prossimo il costo totale dei rifiuti, mentre nell’anno consentiranno di andare ben oltre i 300.000 euro preventivati.

La tendenza dell’amministrazione in proiezione è quella di superare la soglia del 72% di differenziata, entro il 2025, che ci consentirebbe di poter dire –ha concluso- di “avere centrato appieno uno degli obiettivi che ci siamo dati all’inizio del nostro mandato”.  

Infine  un accenno alla necessità di risolvere il problema dello smaltimento di indumenti usati, non più conferibili in discarica, con il ricorso della loro collocazione in appositi contenitori per avviarli allo smaltimento, avendo appaltato il servizio.

LE TARIFFE. Sulle tariffe per applicazione della tassa rifiuti ha riferito invece il dirigente Antonio Infantino precisando che si tratta di “un’appendice al piano finanziario”. Affrontando l’aspetto tecnico del problema ha spiegato come si sia pervenuti alla tariffazione nell’applicazione della Tari, sia nella parte fissa, che in quella variabile. Ribadendo che “la tariffa va aggiornata annualmente tenendo presenti i costi dei 2 anni precedenti”.

Condividi questo articolo
guest
16 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Francesco
Francesco
6 giorni fa

Il 18 giugno ho scritto al servizio Caruter per il ritiro di 3 mobili in plastica smontati , questa è stata la risposta :”Buongiorno, in riferimento alla Sua richiesta, si comunica che i rifiuti verranno ritirati giorno 16/09/2022. Con esposizioni fuori la sera precedente al ritiro”
3 mesi, no comm

Francesco
Francesco
4 giorni fa
Reply to  Francesco

Ovviamente non condivido il comportamento di chi si disfa dei rifiuti gettandoli nel primo posto utile e mai lo farei, ma non posso non evidenziare come tali disservizi incoraggino comportamenti illeciti

Nominatemi Premier
Nominatemi Premier
24 giorni fa

Vi vedo dal palazzo di fronte: mettete tutto nell’indifferenziata e non fate la suddivisione tra carta, plastica e umido. Multiamoli!

milazzese 1
24 giorni fa

Possiamo ridurre di quanto vogliamo la indifferenziata, ma il problema rimane sempre. Dobbiamo convincerci che se non installiamo i termovalorizzatori (come tutti i paesi civili ed evoluti hanno), il problema rimarrà sempre e a vantaggio delle associazioni mafiose (alias colletti bianchi).

Via
Via
20 giorni fa
Reply to  milazzese 1

Già basta e avanza lo schifo che abbiamo da anni e che ci ha fatti e ci farà ammalare
Si vede che nè tu nè i tuoi familiari avete avuto problemi di salute
Fattelo dentro casa il termovalorizzatore

milazzese 1
17 giorni fa
Reply to  Via

Invece di fare bla bla bla, (ma non con le chiacchere) risolvi il problema delle montagne di indifferenziata che si riempiono sempre di più causando inquinamento nelle falde acquifere e la merda di immondizia che abbiamo per le strade nel nostro Sud.

Via
Via
14 giorni fa
Reply to  milazzese 1

Ma la soluzione c è! Il termovalorizzatore dentro casa tua!
Tu l’indifferenziata non la produci o la bruci nel giardino di casa per non fare montagne ?

Gandalf
14 giorni fa
Reply to  Via

Infatti Danesi, tedeschi, austriaci sono tutti stupidi che bruciano il css per fare energia elettrica e teleriscaldamento (spesso con impianti fatti da italiani) mentre tu ipocritamente la risolvi facile: o discarica ad inquinare le falde o la spedisci ai termovalorizzatori degli altri pagando…

Via
Via
13 giorni fa
Reply to  Gandalf

Meglio morire intossicati secondo voi
In quei paesi,se sgarrano con le emissioni,come minimo li mettono in galera e buttano la chiave
Qua abbiamo già pseudoditte che hanno livelli di emissione superiori di 30 volte a quelle consentite e nessuno li punisce. Sarebbe lo stesso
Meglio pagare e vivere

MILAZZOPULITA
MILAZZOPULITA
4 giorni fa
Reply to  Via

PRIMA DI DIRE FESSERIE CONTRO IL TERMOVALORIZZATORE, TI CHIEDO SAI COME FUNZIONA ? O TI FAI COINVOLGERE DA QUELLI CHE PARLANO CONTRO ?

MILAZZOPULITA
MILAZZOPULITA
4 giorni fa
Reply to  Via

VAI A LEGGERE COME FUNZIONA UN TERMOVALORIZZATORE

MILAZZOPULITA
MILAZZOPULITA
4 giorni fa
Reply to  Via

GENTE INGNORANTE FA LA FORTUNA DEI PREPOTENTI CHE FANNO SOLDI SULLA NOSTRA PELLE E TASCA

Via
Via
3 giorni fa
Reply to  MILAZZOPULITA

Infatti, gente ignorante…ma non sono io. Forse ti riferisci a te stesso! So come funziona un termovalorizzatore,ma in un Paese civile
Qua sarebbe solo una scusa per rubarsi soldi e far morire la gente con fumi e scarichi non a norma
Ma forse hai interessi lavorativi…finché non tocca la salute

MILAZZOPULITA
MILAZZOPULITA
4 giorni fa
Reply to  milazzese 1

HAI RAGIONE E SONO DACCORDO SUI TERMOVALORIZZATORI. ANCORA MOLTI SONO CONTRO MA NON HO CAPITO PERCHE’. CHE VADANO A STUDIARE COME FUNZIONANO.
GENTILMWENTE ANDATE A STUDIARE COME FUNZIONA UN TERMOVALORIZZATORE, INVECE DI DEMONIZZARLO. E MEGLIO LA RAFFINERIA CHE ABBIAMO ?

Last edited 4 giorni fa by MILAZZOPULITA
Tony
Tony
24 giorni fa

quindi se ho l’ anno scorso ho pagato 400 euro l’ anno prossimo dovrei pagarne circa 200, vedremo….

MILAZZOPULITA
MILAZZOPULITA
4 giorni fa
Reply to  Tony

IO DELLA TARI CASA (SPAZZATURA ) 2020 HO PAGATO € 400. QUANDO PER IL 2019 HO PAGATO € 250. A VOI LA CONCLUSIONE.