La discarica di Ponente scoperchiata dal maltempo nel 2020 è stata praticamente dimenticata. Non è stata nemmeno inserita tra i “siti orfani”. L’argomento è stato discusso in aula consiliare grazie ad una interrogazione del consigliere Antonio Foti. Il sindaco Pippo Midili ha riferito “di scontro, più che confronto”, con i deputati nazionali. Questo perché –ha aggiunto il Sindaco- il territorio non ha rappresentanza politica nazionale e perché non si capisce come siano stati considerati siti orfani aree che nulla hanno a che vedere con lo spirito e la declaratoria del provvedimento, trattandosi di discariche autorizzate.

Riferendosi a una interrogazione dell’onorevole Villarosa, citata da Foti, il sindaco dice di attendere risposta dal Ministro per la transizione ecologica,  Cingolani. Ricorda comunque che dell’area in questione c’è un inserimento, sia nella richiesta di stato di calamità naturale della regione, sia in quello di emergenza riconosciuto dallo Stato che destinò 2 milioni per i primi interventi da effettuare nelle zone alluvionate del dicembre 2018 e per la discarica di ponente, dando mandato al Commissario. Ma sino ad ora ci si è limitati ad interventi ordinari.

Per tale ragione Midili ha anche detto che sta cercando di intercettare altre fonti di finanziamento, per cui è stato dato mandato per una progettualità di recupero dell’area,  Condivisa la risposta del sindaco, Antonio Foti ritiene che la deputazione debba fare un chiarimento per la città, e intanto ha invitato il presidente del consiglio Alessandro Oliva a mantenere alta l’attenzione sul problema, magari effettuando un consiglio comunale straordinario aperto con la presenza della deputazione regionale.

 

Condividi questo articolo
guest
4 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Nominatemi Premier
Nominatemi Premier
17 giorni fa

Questo è il risultato di decenni di lotte ideologiche contro termovalorizzatori e industrie di riciclo come per la plastica: ma dove pensate che finisce la vostra monnezza? Nel cielo? Con gli uccellini per i prati in fiore? Grazie a voi è da decenni che riempiamo le colline e il sottosuolo!

antonino
antonino
27 giorni fa

quando una cosa non si deve fare basta iniziare a dire che bisogna prima sentire il ministro poi il presidente della regione poi l’assessore regionale poi fare un consiglio comunale dedicato ecco che per poter fare tutto ciò non bastano cinque anni e finito il mandato avanti un’altro e cosi via

Milazzo
Milazzo
27 giorni fa

Ma se anche il centro di Milazzo è pieno di spazzatura……vergogna

Dox
Dox
27 giorni fa

Il consigliere foti…praticamente non ha mai una proposta attuabile o una contestazione a questa amministrazione… un vero fenomeno!