Il consiglio di amministrazione della Fondazione Lucifero presieduto da Maria Teresa Collica è intervenuto n merito alle notizie di stampa che hanno riportato delle indagini della Guardia di Finanza sui terreni di Capo Milazzo, adiacenti alle Piscine di Venere,  riconducibili a Rosario Pio Cattafi. condannato nell’ambito del processo di mafia Gotha 3. Ecco il testo:

«In merito alle notizie apparse sulla stampa, il CdA della Fondazione Barone Giuseppe Lucifero di S. Nicolò,, nella completezza dei suoi membri e nel chiaro perseguimento di principi di legalità, perseguiti sin dall’inizio del suo insediamento, esprime piena fiducia nell’azione della magistratura e degli inquirenti e precisa che fará tutto il possibile, per quanto di propria competenza, per difendere quest’area da possibili ingerenze esterne che ne offendono l’integrità.
Il sentiero che porta verso uno dei posti più belli del comprensorio, la Piscina di Venere, peraltro, tornerà presto nella piena disponibilità della Fondazione per garantirne una gestione congiunta con l’Area Marina Protetta. Tutelare la bellezza di questo ‘paradiso’ é anche questo».

 

 

Condividi questo articolo