Costituita anche a Milazzo dell’Unione invalidi civili (Uniciv). Questa mattina il presidente Filippo Salamone, accompagnato dal segretario Lillo Pergolizzi e dal consulente medico Stefano Marchese ha incontrato il sindaco Pippo Midili per illustrare le attività di utilità sociale che si porteranno avanti nel pieno rispetto della libertà e dignità degli associati o di terzi. «Il nostro obiettivo – ha detto Salamone – è quello di tutelare e assistere invalidi civili, invalidi di guerra, mutilati, infortunati sul lavoro, portatori di handicap, chiunque abbia ottenuto il riconoscimento di invalidità da parte della commissione sanitaria o qualsiasi persona che affetta da patologia che abbia subito una compromissione della propria qualità di vita, tale da causare difficoltà persistenti allo svolgimento dei propri compiti o funzioni». E in tale ottica ha chiesto al primo cittadino un supporto sia per regolamentare i rapporti con le altre istituzioni (Asp prima di tutto) e poi per mettere la stessa associazione nelle condizioni di assicurare dei servizi.

Il sindaco ha confermato la disponibilità evidenziando che il Comune nell’ambito del progetto ” La Mobilità Garantita” di Pmg Italia ha ricevuto un Fiat Ducato da nove posti che viene messo a disposizione delle associazioni di volontariato e quindi anche l’Uniciv.

Condividi questo articolo