“Movilife Progetto Salute” promuove e organizza una conferenza con il professore Igor Nazarov in cui si discuterà di una innovativa tecnica che tratta gli esiti da paralisi cerebrale L’appuntamento è previsto il 10 e 11 Giugno a “Gigliopoli, la Città de bambini spensierati”, sita presso i locali della Fondazione Barone “G. Lucifero” di San Nicolò a Capo Milazzo.

“Abbiamo promosso questa iniziativa per dar vita ad un’équipe che possa dare seguito e supporto alle famiglie dei pazienti che devono convivere con la paralisi cerebrale. La partnership con il professor Nazarov – spiegano Lydia e Rosario Pizzurro di Movilife Progetto Salute – mira a dare supporto concreto e professionale, considerando la persona al primo posto e lasciando indietro l’attenzione nei confronti della malattia. Anche la scelta del luogo non è casuale. Il benessere psico-fisico è preliminare e prioritario a qualsiasi tipo di cura e terapia ben riuscita”.

Il Professor Nazarov disquisirà ed esporrà la sua innovativa tecnica di cui è pioniere in Spagna. Si tratta del trattamento di Miotenofasciotomía selettiva e chiusa che pratica da oltre vent’anni e che si rivolge a pazienti di tutte le età con problemi muscolari, conseguenze da paralisi cerebrali o anche traumi cranioencefalici. Inoltre, si dedica e tratta problemi muscolari di pazienti affetti da deformità ai piedi, al collo o altre patologie. Questo tipo di pazienti lamentano ritrazioni muscolari provocate da fibre accorciate che ostacolano il movimento di diverse parti del corpo e che influenzano negativamente tutte le aree dell’apparato motorio. Il prossimo 10 giugno sarà impegnato in una conferenza, durante la quale incontrerà gli esperti della salute e tutti gli interessati e si renderà disponibile per consulenze gratuite, non solo dopo la conferenza ma anche giorno 11 giugno.

Condividi questo articolo