Il Pattugliatore della Marina Militare “Comandante Foscari”, impegnato dall’inizio di questo mese nell’operazione “Mare aperto”, il maggior evento addestrativo della Marina è in sosta a Milazzo, dove rimarrà sino a domani. Nella giornata odierna il comandante dell’unità navale, capitano di fregata Daniele Giorgini ha incontrato nella sede della Capitaneria di porto, alla presenza del comandante Massimiliano Mezzani, il sindaco Pippo Midili. Quest’ultimo ha dato il benvenuto a nome della città esprimendo il suo plauso per l’importante azione che viene svolta da tutte le forze armate.

Il comandante Giorgini ha spiegato che “Mare Aperto” è la più importante e complessa esercitazione della nostra Marina Militare che ne vede coinvolte tutte le articolazioni – comandi e staff, imbarcati e statici, componenti operative, addestrative e di supporto – su ampia porzione di spazio multidimensionale comprendente le acque e le aree costiere e litorali di Tirreno, Adriatico, Ionio e Canale di Sicilia, sotto la supervisione del Comando in Capo della Squadra Navale. L’obiettivo è testare compitamente i livelli di prontezza e capacità d’azione, nonché addestrarsi intensamente al loro miglioramento in uno scenario a ‘massimo realismo’, nell’ambito dell’intero spettro di intervento afferente al dominio delle operazioni marittime: navali, subacquee, aeree, anfibie, di forze speciali, di contromisure mine, idro-oceanografiche e del più ampio supporto tecnico-specialistico, formativo-addestrativo, medico-sanitario e logistico-amministrativo.
Il “Foscari” è un pattugliatore d’altura, ultimo di quattro unità della classe Comandanti. Le unità di questa classe prendono il nome da ufficiali della Marina decorati con medaglia d’oro al valore militare per essersi distinti, nel corso della seconda guerra mondiale, per coraggio ed ardimento. Il pattugliatore dipende dal Comando delle Forze da pattugliamento per la sorveglianza e la difesa costiera (COMFORPAT) con sede ad Augusta.

Condividi questo articolo