La corsa alla promozione nel Campionato C Silver, domenica scorsa per Il Minibasket Milazzo si è fermata dopo la sconfitta in Gara 3 contro il Basket Ragusa, che ne ha decretato l’uscita della squadra mamertina.  Nonostante la conclusione anticipata di questo percorso sportivo importante, simbolo di ripartenza da due stagioni minate dalla pandemia, emergono tantissimi aspetti positivi dalle dichiarazioni rilasciate dai membri della società milazzese, a partire dall’ingresso ai playoff.

«Questa stagione è stata un crescendo – dice coach Guido Restanti – Abbiamo perso con squadre veramente forti ma siamo riusciti sempre a giocarcela fino alla fine uscendo a testa alta.  I miglioramenti sono avvenuti giorno dopo giorno. A prescindere dai senatori, nonostante l’indisponibilità per infortunio di Alessandro Toto che comunque è sempre stato vicino ai compagni, abbiamo ottenuto grandi cose da ragazzi alla prima esperienza come: De Gaetano, Cosetta, Calivá, La Spada ma anche Cuccuru e Spanó. Si è creato un bellissimo ambiente e ciò specialmente è merito di Paolo De Gaetano e Nunzio Bonanno che hanno dimostrato di credere in questo progetto ed hanno sicuramente ottenuto dei risultati superiori a quelli aspettati anche paragonando la stagione appena terminata con le altre. Il rapporto con Massimo Sigillo è ormai consolidato da secoli, ci intendiamo alla perfezione. La dirigenza è sempre stata presente, oltre Bonanno e De Gaetano anche Paolo Ficarra, Antonio Cianciafara e Matteo Gitto son sempre stati pronti ed anche a Giovanni Berté e Riccardo Caristi per la comunicazione e le bellissime fotografie. Abbiamo messo dei punti fermi su cui adesso ci potrebbe essere un proseguio al di là della mia presenza. Non ho che fare elogi e complimenti, un’annata di questo genere gliela augurerei a chiunque». «Mi sono divertito tantissimo – precisa Nunzio Bonanno – È stata un’annata veramente memorabile, un gruppo fantastico di giocatori che si sono amalgamati benissimo formando uno spogliatoio veramente invidiabile a tutti.  Ringrazio tutti gli atleti, a partire dai senior che non hanno mai deciso di arrendersi e sono sempre stati degli ottimi riferimenti sia dentro il campo che fuori, fino ad arrivare agli under che hanno contribuito durante tutto il corso della stagione con grande tenacia e caparbietà. 

Sicuramente il merito di tutto ciò va attribuito a tutta la società, di base ai giocatori ma anche a tutto lo staff tecnico coadiuvato da Restanti e Sigillo, la dirigenza che ha saputo rispondere ad ogni necessità sopravvenuta formata da De Gaetano, Ficarra, Gitto e Cianciafara ma anche gli addetti alla comunicazione : Andaloro, Berté e Caristi han saputo rispondere attivamente a tutti gli appuntamenti stagionali.

È stato importante iniziare questo progetto con una base solida, formata da tutte queste persone che hanno dimostrato professionalità e disponibilità, un grandissimo applauso a tutti quanti, cercheremo di continuare con questo spirito il nostro progetto»

«I ragazzi si sono impegnati molto ed anche grazie ad un contributo tecnico non indifferente son riusciti ad arrivare più in alto di ciò che si era prefissato all’inizio della stagione, speriamo di poter continuare con questo spirito anche il prossimo anno, la strada è quella giusta».  Commenta Matteo Gitto.

«Bellissima stagione, anche se all’inizio non sembrava così, ma alla fine ci siamo tutti ricreduti per il grande lavoro effettuato nel corso della stagione – conlude Paolo Ficarra – L’innesto di Leonardo arrivato dopo la partenza di Simone Sofia ha contribuito a consolidare ancor di più uno spogliatoio veramente compatto. Ringrazio tutto lo staff tecnico per la bellissima stagione, specialmente il coach Restanti e Massimo Sigillo».

Condividi questo articolo