Il sindaco Pippo Midili ha adottato un’ordinanza per favorire la prevenzione di incendi e per la pulizia dei fondi. Midili ha stabilito che i proprietari, i possessori e i conduttori di fondi ricadenti all’interno del territorio comunale hanno l’obbligo, entro il termine perentorio del 15 giugno, di tenere le loro terre sgombre da rovi, piante e foglie secche o da altro materiale infiammabile fino a metri venti dal ciglio delle strade pubbliche e dalle strade private adibite all’uso pubblico, provvedendo di conseguenza alla messa a nudo del terreno e al taglio di siepi, erbe e rami che si protendono sulle strade stesse, nonché alla immediata rimozione di tutti i residui derivanti da tale pulitura, depositandoli -ove non sia possibile distruggerli- all’interno della proprietà a distanza di sicurezza non inferiore a 20 metri dal ciglio o dalla scarpata delle strade.
Tale distanza dovrà essere raddoppiata lungo le linee ferroviarie, l’autostrada, l’asse viario e lungo gli stradali dove sono in corso lavori di stesura di asfalto. I proprietari e/o conduttori di aree agricole non coltivate, aree verdi urbane incolte, i proprietari di villette e amministratori di stabili con aree a verde, di cantieri edili e stradali, di strutture turistiche, artigianali e commerciali con annesse aree pertinenziali, dovranno provvedere ad effettuare i relativi interventi di pulizia a propria cura e spese dei terreni invasi da vegetazione, mediante rimozione di ogni elemento o condizione che possa rappresentare pericolo per l’incolumità e l’igiene pubblica, in particolar modo provvedendo alla estirpazione di sterpaglie e cespugli, nonché al taglio di siepi vive, di vegetazione e rami che si protendono sui cigli delle strade e alla rimozione di rifiuti e quant’altro possa essere veicolo di incendio.
È inoltre vietato, nel periodo dal 15 giugno al 30 settembre, accendere fuochi in corrispondenza o in prossimità di terreni agricoli.

 

 

 

Condividi questo articolo
guest
8 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Pinco panco
Pinco panco
16 giorni fa

Si faccia una passeggiata in tutta s Pietro e visiti i proprietari di vivai principalmente

Albano
Albano
1 mese fa

Caro sindaco oltre le campagne fai ristrutturare anche tutti i ruderi nel centro di Milazzo che sono fatiscenti pericolanti e indecorosi. Così qualcuno che fa collezioni di case vende e ridistribuisci la città a tutti. Che ancora ci sono i latifondisti

gnazio
gnazio
1 mese fa

solo carta scritta………chi mai farà rispettare tale ordinanza?……..staremo a vedere

Gandalf
Gandalf
1 mese fa

In via Rio Rosso (alta) c’è un vivaio abbandonato da un decennio con piante che sono diventate enormi a ridosso della strada e delle abitazioni. Se va a fuoco in una giornata di scirocco manco con l’elicottero lo spengono. Ed è pieno di vasi e tubazioni in plastica…….

Alfredo
Alfredo
1 mese fa

E tu i marciapiedi e le strade quando le pulisci?