Alessio Villarosa, deputato messinese nel gruppo misto, ha depositato un’interrogazione in commissione Ambiente per capire quali iniziative il Mite intenda adottare affinché si possa intervenire rapidamente per la bonifica della discarica ritrovata sulla spiaggia di ponente di Milazzo, dopo le violente mareggiate alla fine del 2019.

“Durante il mio mandato da Sottosegretario per il Governo Conte II mi ero impegnato per sollecitare interventi regionali o nazionali affinché la discarica di Milazzo, ritrovata sul lungomare dopo le violente mareggiate di dicembre 2019, non solo venisse messa in sicurezza ma che gli enti direttamente coinvolti e responsabili decidessero come intervenire definitivamente».

Ad oggi è completamente calato il silenzio su quella discarica “vista mare”. A parte l’intervento di messa in sicurezza realizzato dalla Protezione civile regionale tramite il finanziamento concesso dal Governo Conte con lo Stato d’emergenza, per il sito ancora interdetto non è stato realizzato alcun progetto o intervento di bonifica.

«Alle luce del grave nocumento subito dai cittadini del comune di Milazzo, che possiede una forte vocazione turistica, ho quindi deciso di depositare un’interrogazione che affronterò a breve in commissione ambiente per chiedere al ministro della transizione ecologica Cingolani come intende intervenire per la bonifica del sito di Contrada Torretta», conclude Villarosa.

Condividi questo articolo
guest
4 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Onnep
Onnep
1 mese fa

Ognuno si tenga la sua spazzatura dove la dovrebbero portare?

Diventerà bruttissima
Diventerà bruttissima
1 mese fa

sveglione sto deputato, chiede un interrogazione a fine Aprile-inizio Maggio quando i bagnanti si apprestano ad andare in spiaggia

Bear
Bear
1 mese fa

I cari ambientalisti milazzesi sanno stare solo con la “nasca” tesa verso levante… A ponente non vedono e sentono nulla

Cittadino
Cittadino
1 mese fa
Reply to  Bear

Quello che c’è fuori terra è visibile, odoroso e/o maleodorante, quello che c’è sotto terra no, gli ambientalisti, i green e i bio di Milazzo non vanno a cercare cose che non si vedono e non si sentono, sono come coloro che spazzano casa e mettono sotto il tappeto, nessuno vede, nessuno sente.