Il sindaco Pippo Midili ha incontrato questa mattina in sala giunta i gestori dei locali che si trovano nella zona del Tono e una delegazione di titolari dei ritrovi del Borgo per fornire delle delucidazioni sulla nuova organizzazione viaria nel quartiere marinaro e sulla regolamentazione delle attività da promuovere nel quartiere che sorge ai piedi del Castello e che spesso creano dei corto circuiti con i residenti.
Nel corso del confronto con il gruppo che opera al Tono si è parlato soprattutto di Ztl e delle limitazioni nelle stradine interne di via Tono. Alle perplessità e le preoccupazioni sollevate dagli intervenuti in merito all’accesso degli ospiti delle strutture ricettive e dei ristoranti, il primo cittadino ha spiegato che non ci saranno limitazioni, in quanto i divieti erano già esistenti gli altri anni, e si è voluto procedere ad una migliore regolamentazione per evitare libertà di comportamenti che poi incidono sui servizi che il Comune deve garantire (caos viario, abbondante presenza di rifiuti) e non apportano vantaggi agli imprenditori che gestiscono i locali.
Si è discusso anche di altri interventi che tendano a migliorare la fruibilità di quella che viene ritenuta una delle zone di maggior appeal della città nel periodo estivo, ma che dovranno essere programmati nel medio-lungo termine.

Con gli operatori del Borgo invece si è parlato delle iniziative da promuovere per far tornare quell’area attrattiva e qui il sindaco e l’assessore allo sviluppo economico, Maurizio Capone, hanno ribadito che quel luogo non va considerato una sorta di discoteca, ma deve essere a misura di giovani e famiglie con intrattenimento e attività culturali. Condivisa la proposta degli imprenditori di riunirsi in associazione.

Condividi questo articolo
guest
15 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Peppe
Peppe
2 mesi fa

La solita boiata di una amministrazione che brancola nel.buio. La ZTL deve essere estesa all’intera città perché Milazzo non può sopportare i serpentoni di auto che iniziano alla silvanetta e finiscono al capo. Ma PRIMA bisogna predisporre i servizi necessari. Altrimenti fate più danni.

Sebax
Sebax
2 mesi fa

Il borgo e il tono non sono proprietà di questi pseudi ristoratori di piadine appartiene ai cittadini di milazzo

Oratipassa
Oratipassa
2 mesi fa

Vale anche per il centro storico spero, la discoteca sotto casa anche no.

Faccilodda
Faccilodda
2 mesi fa

Scusate, ma quali sono i divieti chè già c’erano l’anno scorso? Il parcheggi a pagamento? Il divieto di entrare in piazza Tono con l’auto? Qui si parla di ZTL sapete cosa vuol dire? Che per entrare devi pagare l’ingresso (sì proprio come a Milano), cari operatori dovevate dar tremare i tavolini

tunisi
tunisi
2 mesi fa
Reply to  Faccilodda

Non hai capito niente, prima di sparare minchiate ti devi informare.

Turista
Turista
2 mesi fa
Reply to  Faccilodda

La Ztl a Milano è ammessa solo agli autorizzati…. Hai ragione quando dici che paghi se entri,, la differenza che quella che paghi è la multa

Via i camper
Via i camper
2 mesi fa

Va benissimo la ztl, ma perché non cacciate anche i camper che bivaccano a ponente a alla croce di mare, rubando acqua dalle NOSTRE docce, sporcando e non pagando niente
Sono semplicemente degli abusivi
I vigili che ci stanno a fare?
Il campeggio si fa a pagamento nelle zone attrezzate