Avviati gli interventi di progettazione esecutiva per la rigenerazione urbana, con abbattimento di barriere architettoniche. Il primo lavoro, già concluso, ha riguardato la creazione dell’isola spartitraffico con corsia preferenziale pedonale in prossimità di piazza 25 Aprile (a detta di molti, forse la più inutile di quelle pianificate). In corso anche la realizzazione dell’altra isola spartitraffico nella strada di collegamento tra lo svincolo di Ciantro e la stessa arteria di raccordo tra l’ex passaggio a livello di San Paolino e Grazia, proprio per regolamentare il traffico veicolare, mentre tra qualche giorno partirà anche il cantiere nello slargo compreso tra la via Paradiso e via della Misericordia; in piazza Mazzini, dove sarà creato un “separatore” idoneo a mettere in sicurezza l’incrocio evitando cambi di corsia improvvisi e sosta “selvaggia” dei veicoli nei tratti di corsia che si intersecano con la via Regis e con la via Calì.

A seguire altri interventi che hanno anche l’obiettivo di abbattere concretamente le barriere architettoniche da sempre presenti nel tratto che da via Medici, proseguendo per piazza della Repubblica e via Crispi, conduce alla chiesa di San Giacomo, ma al contempo si vuole dare decoro ad una zona mai curata in modo costante, e che spesso è finita nell’autodeterminazione di coloro che svolgono attività commerciale.

In programma anche i lavori per riqualificare l’area che collega la via Giacomo Medici alla chiesa di San Giacomo con la rifunzionalizzazione e l’allargamento del marciapiede nel tratto di via Crispi, la zona nel cuore della città che spesso si caratterizza per la sosta selvaggia. Al contempo sarà data continuità anche alla pavimentazione che presenta non solo interruzioni ma anche una varietà di colori poco edificante per un centro cittadino e un luogo di aggregazione.

Condividi questo articolo
guest
27 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Ste
Ste
3 mesi fa

Poi invece di pensare solo al centro perché l’assessore all’urbanistica non si fa un giro in periferia? A Fiumarella c’è un cratere di 15 cm, all’incrocio di San Paolino sembra ci sia stato un bombardamento della 2 guerra mondiale, a Baronello non ne parliamo. Invece di fare solo cose che saltano all’occhio cercate di fare le cose che servono o aspettiamo qualcuno si faccia male?

Ste
Ste
3 mesi fa

Va bene tutto ma prima di fare aiuole e marciapiedi perchè non iniziate a sistemare le strade? E non intendo buttare un secchio di terra o bitume a freddo nei fossi intendo rimuovere i 150 strati accumulati negli anni per mettere un manto di asfalto drenante, con le giuste pendenze e di buona qualità che magari dura qualche anno in più?

Rolex
Rolex
3 mesi fa

Ma perché non pulisci sull’asse viario, lungo le strade che portano ai semafori o al palazzetto
Ma pulisci prima di fare cose inutili

Tony
Tony
3 mesi fa

serve un piccolissimo marciapiede che passa nella nuova arteria dietro lo stadio! va bene anche di bitume/asfalto non c’è bisogno di chissà che, ora come ora si deve camminare/correre sulla strada rischiando di essere investiti

Ciccio
3 mesi fa

Questo è il sindaco più incapace mai avuto a Milazzo votato da noi.infame moderatore cancella ancora il mio commento

osservatore
osservatore
3 mesi fa
Reply to  Ciccio

dare queste affermazione mi sembra un pò presto e predestuosi questo giudizio deve essere fatto dopo un paio di anni…