Saranno finanziati i primi interventi per recuperare la Chiesa di Santa Caterina d’Alessandria a Condrò. Per questa finalità, la presidenza della Regione Siciliana ha stanziato 175 mila euro. 

 

«Abbiamo accolto la richiesta del sindaco – dichiara il presidente della Regione, Nello Musumeci – per restituire ai cittadini un immobile di pregio artistico che possa diventare in futuro anche uno spazio da dedicare a finalità socio-culturali».

 

L’intervento di manutenzione servirà a preservare la struttura e a riqualificare la parte esterna dell’edificio sacro. Risalente alla prima metà del ‘700, la chiesa è chiusa al pubblico ormai da quarant’anni. Il progetto del Comune, che ha ottenuto in comodato d’uso gratuito il bene dalla parrocchia Santa Maria del Tindari, prevede che l’immobile sia destinato, oltre che alle celebrazioni religiose, alla realizzazione di mostre, presentazioni di libri, proiezioni, concerti e altre attività socio-culturali.

Condividi questo articolo