BARCELLONA POZZO DI GOTTO. Si chiama “Blu Vox”. Un coro di sei “Voci Blu” singolare. E’ composto da Fiorenzo Passantino, organista e tenore, Tiziano Passantino, basso, Emanuele Barbaro, baritono, Gabriele Niosi, tenore, Federica Puliafito, soprano, Antonella Barbera, coordinatore clinico. Sono ragazzi autistici che si esibiscono insieme agli educatori del centro “Progetto Dopo di Noi” di Barcellona Pozzo di Gotto.
I Blu Vox nascono dalla propensione musicale innata dei ragazzi e volge al miglioramento e ampliamento di ciò che può essere considerato un interesse ristretto. Già tante le loro esibizioni, tra le varie esperienze quello che ha emozionato in modo particolare il pubblico presente è stato lo spettacolo al Duomo di Messina e al Santuario della Madonna del Tindari.
«Ci siamo resi conto di come il suono – dice Federica Puliafito, una delle educatrici – il canto la condivisione del tempo insieme abbia portato migliorie continue sotto vari aspetti non solo didattici ma anche e soprattutto sociali».
Un’altra attività che i ragazzi svolgono all’interno del centro il “Laboratorio di Arte musiva”. «Lavoriamo il mosaico e la ceramica- continua Federica – I nostri ragazzi hanno realizzato delle opere sacre che abbiamo poi donato alle parrocchie in cui siamo stati ospitati. Questo per noi è anche un modo per creare posti di lavoro per chi è affetti da disturbo dello spettro autistico. E comunque sono tutte iniziative che rendono attiva la vita dei nostri ragazzi stimolandoli quotidianamente. L’obiettivo è quello di migliorarsi ed crescere umanamente e professionalmente».

Condividi questo articolo