A Milazzo ci sono 800 positivi, 792 per l’esattezza. Nel dettaglio sono 536 i positivi al tampone molecolare e 256 i positivi al tampone rapido. Nella giornata di ieri sono stati processati 169 tamponi molecolari, 80 positivi, 81 con esiti negativo e 8 dubbi. I tamponi rapidi sono stati 236 di cui 228 negativi e 8 positivi.
Oggi invece 252 tamponi, dei quali 124 molecolari e 128 rapidi che saranno processati nei prossimi giorni. I tamponi sono stati eseguiti sia a persone già positive, sia a coloro che sono sottoposti al primo controllo.

Intanto sono sempre più le attività commerciali che hanno deciso di abbassare le saracinesche in coincidenza dell’aumento dei casi covid. Un po’ per precauzione un po’ per far coinciderere un periodo di riposo post natalizio.  Ma una scelta, spesso, dettata dai sempre più frequenti contatti con clienti contagiati o dai casi di positività tra il personale. In modo particolare si tratta di locali della Movida. Uno dei primi è stato il Bukowski – Mestoli & Miscele che giorno 6 gennaio in un post su Facebook ha annunciato la chiusura. «Visto l’aumento dei contagi e dei positivi al Covid-19 – hanno scritto – che purtroppo ha colpito qualche amico e qualche cliente, abbiamo deciso di chiudere per precauzione e sottoporci nuovamente ai controlli». Una chiusura prorogata ulteriormente qualche giorno dopo. L’ultimo in ordine di tempo, invece, è stato The Burg che oggi ha annunciato la chiusura della struttura di piazza Duomo precisando di riaprire presto più tranquilli e sicuri. Un atto di responsabilità che c’è stata anche da parte dei proprietari del Totù, Agora, V – Vermouth & Vinili e la pizzeria Dumbolone che riaprirà proprio oggi. E molte altre attività. Come negozi di alimentari e macellerie.

Da oggi è attiva la nuova piattaforma “Sorveglianza Covid” predisposta dall’Asp Messina per tutti i sindaci della provincia, in modo da fornire dati sempre aggiornati sul numero sia degli attuali positivi che dei nuovi contagiati del giorno.
«Uno strumento – ha spiegato il commissario straordinario Covid Alberto Firenze- all’avanguardia che permetterà ai primi cittadini di conoscere in tempo reale la situazione epidemiologica del loro territorio, predisponendo le misure adatte al contenimento della pandemia».

Condividi questo articolo
guest
29 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Jack
Jack
4 mesi fa

800 casi!!
Però abbiamo avuto il trenino, Villa vaccarino, il Presepe vivente, le luci, le cene, i veglioni…..all’amministrazione interessava questo.
Il monitoraggio covid, l’assistenza ai malati non fanno notizia per questa amministrazione.
E coi parcheggi e la raccolta differenziata cone è finita?

Milazzese82
Milazzese82
4 mesi fa

Quando c era da chiudere organizzavano le serate….ora vogliono far credere che chiudono per prevenzione covid…..ci stiamo credendo…perché non chiedevano tra Natale e Capodanno???….Dite che avete chiuso per il maltempo e per il poco lavoro che si prospetta…Evviva la sincerità….

Black
Black
4 mesi fa

*di febbre….tra l’altro normale in questo periodo.
Sluzione:semplice smettere di esaltare i coontagi, non andare negli ospedali per banalità e effettuare solo e esclusivamente la cura a chi è in gravi condizioni.
Devono sparire discorsi di pas mascherina vaccini obb..ecc ecc vedi due palesi esempi GranB tutto aperto nessun vincolo….e vedi iran 4dosi tutto bloccato…guardate i numer

Black
Black
4 mesi fa

Il vaccino rende liberi e non infetta ne fa infettare…..ricordate questa frase? L’ha osannata e cantata in ogni salsa il vostro capo di governo con la fantastica cooperazione di quell’inutile speranza…..gia dallo scorso luglio….la situazione è semplice….la malattia gia da tempo deve essere considerata endemica. Il 98/ dei cosiddetti positivi ha lieve spossatezza o tosse e a volte un filo *

Robin di Locksley
Robin di Locksley
4 mesi fa

Ma zona rossa no?