Prosegue la linea dura dell’Amministrazione comunale nei confronti degli “zozzoni”. Che evidentemente hanno ritenuto di non fermarsi neppure nel periodo natalizio. Gli uffici hanno iniziato l’esame di filmati delle telecamere posizionate in alcune aree del territorio comunale e puntualmente sono venuti fuori cittadini che hanno ritenuto opportuno liberarsi della spazzatura nei giorni scorsi. Il report è giunto dalla fototrappola installata in via Felicusa, una zona periferica della Piana, ritenuta evidentemente idonea per ricavarne una discarica abusiva.
Ben sei persone sono state “beccate” nello smaltimento irregolare dei rifiuti e adesso saranno sanzionate, si vedranno addebitati i costi di rimozione dei rifiuti e rischiano conseguenze anche di natura penale.

«Atteggiamenti irresponsabili – afferma il sindaco Pippo Midili, che ha anche la delega all’Ambiente –. Abbiamo individuato già sei persone dall’esame dei primi video, uno dei quali, la notte di Natale, alle 3, ha addirittura depositato in quel punto di via Felicusa ben 17 sacchetti di rifiuti! Una vergogna. Ma, come detto ormai da tempo non accettiamo più che ci sia chi tratta la città come una discarica personale. Abbiamo montato telecamere in vari punti e sono certo che presto usciranno fuori altri … campioni milazzesi di lancio del rifiuto. E non solo in via Feliciata».
Il sindaco conferma che dall’attivazione delle telecamere sul territorio comunale sono state quasi cento le sanzioni elevate ai trasgressori.
«Abbiamo fatto diversi avvisi preventivi invitando alla collaborazione, ma evidentemente c’è una parte di cittadini che non intende rassegnarsi – conclude Midili –. Abbiamo il dovere di essere inflessibili nella consapevolezza che la maggioranza dei cittadini effettua la differenziata. Pertanto, sia con le fototrappole, sia con controlli mirati, andremo sino in fondo per scovare chi si rende responsabile del deposito dei sacchetti dell’immondizia a qualsiasi orario della giornata creando delle discariche che automaticamente diventano costi aggiuntivi per tutti. Incivili che vanno bloccati per non mortificare l’immagine di una intera città».  

DIETRO LE QUINTE. Ad aprile, con l’insediamento della Caruter, esplose la polemica relativa all’esubero di personale e una quindicina di operai furono messi alla porta poichè ritenuti superflui. In realtà, a scaglioni, poco tempo dopo gli stessi sono stati reintegrati poichè per espletare i servizi previsti nel capitolato i 71 operai preventivati non bastavano. Le nuove assunzioni, però, hanno portato a contratti meno onerosi per  l’azienda. All’epoca si ironizzò sulle assunzioni facili effettuate delle precedenti ditte con la benedizione della vecchia amministrazione.

Condividi questo articolo
guest
10 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Pinella Ieni-
Pinella Ieni-
25 giorni fa

Bene, vedo che il sindaco Midili SEGUE lo orme del sindaco di Messina

Massimo
Massimo
27 giorni fa

facciamo pagare delle multe belle salate a sti lordi!

Tony
Tony
27 giorni fa

a proposito di Caruter, ma è possibile che per ritirare un rifiuto ingombrante mi hanno dato appuntamento per fine Febbraio?? ho chiesto di portarlo io al centro di raccolta perchè non mi posso tenere in casa sta roba ingombrante , ma non hanno voluto sapere ragione, devono prenderlo per forza loro….

Peppe
Peppe
27 giorni fa
Reply to  Tony

A Barcellona non a Sondrio,funziona una isola ecologica dove i cittadini possono conferire i rifiuti ingombranti tutti i giorni. È inaccettabile tenersi in casa un materasso 4 mesi. Sacrosante le fototrappole contro i LORDI incivili e giusta l’indignazione del Sig. Sindaco ma perché i cittadini Milazzesi non possono aspirare ai servizi dei nostri vicini? Che ci vuole ad istituire un posto controllato dove in autonomia i cittadini possono disfarsi dei rifiuti ingombranti molti dei quali finiscono, sbagliando,per strada.

Coppolone
Coppolone
26 giorni fa
Reply to  Tony

Per una TV da buttare a fine marzo mi hanno detto che sono disponibili.

Margherita
Margherita
27 giorni fa

Metteteli difronte la piscina che c’è uno schifo soprattutto sotto quei cartelloni pubblicitari ABUSIVI E ILLEGALI

Nimbus
Nimbus
27 giorni fa
Reply to  Margherita

È una vergogna
Sono vietati
Distraggono la gente e vengono usati come zona per minidiscariche
Vigili che controllano chi butta la spazzatura lì o che controllano questi cartelloni ?
Sono tutti impegnati a fare le multe per disco orario ?

Giovannino
Giovannino
27 giorni fa
Reply to  Margherita

Adesso sono 3 i cartelloni e nessuno però li vede

Coppolone
Coppolone
27 giorni fa

Li dovete arrestare a sti porci .

Exconsigliere
Exconsigliere
27 giorni fa
Reply to  Coppolone

Si alla forca….